La gara di Misano, l’ultima in ordine cronologico del motomondiale, la prima sul circuito intitolato a Marco Simoncelli, è stata entusiasmante. Lorenzo ha fatto una prova impeccabile e si è involato verso il titolo iridato. Complici i guai patiti da Pedrosa. 

Se Lorenzo è alla guida del mondiale non è certo un caso. Ha dimostrato fin dall’inizio del campionato di volere a tutti i costi questo titolo iridato anche per riscattare la scorsa stagione in cui per una manciata di punti ha dovuto lasciare lo scettro a Stoner.

Certo è che Lorenzo è anche molto fortunato e i suoi avversari cadono come birilli uno dietro l’altro, prima Stoner e dopo Pedrosa. Il voto per la gara di Misano è comunque il massimo con lode. Grazie del sogno che fai vivere ai tifosi Yamaha.

Al secondo posto uno scatenato Rossi che quando ci si mette, anche sull’asciutto, riesce a trovare il feeling giusto con la Ducati. Sembra quasi un’ultima fiammata prima dell’abbandono del team di Borgo Panigale. Fatto sta che i suoi fan l’hanno vissuta come “la gara dell’anno” di Valentino e per questo anche al Dottore vogliamo dare il massimo dei voti.

Nove e mezzo, invece, al cinico Bautista che sul fotofinish ha beffato Dovizioso completando la sua incredibile rimonta. Se a Misano c’è stato spettacolo è anche merito suo.