Pagani stupisce ancora al Salone di Ginevra con la Huayra BC, dedicata al collezionista Benny Caiola, una variante ancora più esotica del modello attuale, già forte di prestazioni strepitose.

Infatti, se la Huayra che conosciamo vanta una linea priva di appendici aerodinamiche fisse, soprattutto nella parte alta della vettura, la versione BC si distingue per una grande ala che spicca dietro il lunotto.

Infatti, l’aerodinamica della BC dovrebbe assicurare una deportanza maggiore anche per via di uno splitter anteriore pronunciato. Come se ciò non bastasse, il diffusore posteriore a tutta larghezza, sembra essere quello di un’auto da competizione.

La vettura in questione inoltre, sarà sottoposta ad un’ulteriore dieta a base di fibra di carbonio; il che, unito ad una potenza che sale fino a circa 800 CV, genera prestazioni ancora più strepitose di quelle della Huayra “convenzionale”.

Costruita solamente in 20 unità dal prezzo di 2,7 milioni di dollari, la Huayra BC è la massima espressione attuale della Pagani.