Mentre Stefano Domenicali si confronta con la community di appassionati della Ferrari, Montezemolo riceve il giusto premio per il suo ventennio di presidenza della Ferrari.Da un lato c’è Stefano Domenicali che sa che la Ferrari ha investito molto sull’aerodinamica, elemento fondamentale nel futuro della Formula 1 dove le regole stanno rapidamente cambiando, e l’abolizione degli scarichi soffiati, fa il gioco della scuderia di Maranello.

Dall’altro lato c’è Montezemolo che prima di Natale festeggia con piacere i suoi vent’anni di presidenza della Rossa ma pochi mesi fa ha tracciato un bilancio tutt’altro che florido dell’ultima stagione della Ferrari. I festeggiamenti sono stati accompagnati da un video che ha ripercorso le tappe della storia di Maranello, tra grandi gioie e momenti oscuri.

Al centro, tra Domenicali e Montezemolo c’è la passione comune per la Rossa e l’ottimismo per la prossima stagione: si può vincere perché c’è l’investimento tecnico adeguato, c’è la concentrazione, c’è il contributo di tutti, da Fry a Marmorini, da Tobazis a Lanzone.

Tutte le aree della Ferrari stanno lavorando per mettere a punto la prossima vettura, per velocizzare la permanenza ai box, per dare ai piloti gli strumenti veloci con cui riscattare la stagione un po’ opaca appena archiviata.