Solo un fantastico Dani Pedrosa (foto: Facebook) poteva firmare la notizia del giorno grazie a una gara eccezionale nel circuito di Brno, quella di aver posto termine alla sequela monotematica di vittorie del compagno di squadra Marc Marquez (QUI LA GRIGLIA DI PARTENZA). Era da Sepang dell’anno scorso che lo spagnolo di Sabadell non trionfava in una gara di MotoGP, quando proprio nel tracciato della Malesia aveva strappato il primo posto a Marquez. Cambia dunque il pilota ma la vittoria ha sempre i colori della Honda, una Honda HRC che per una volta, dopo dieci vittorie consecutive, ha tradito il leader del Motomondiale, giunto “soltanto” quarto e che stranamente, dopo – appunto – un predominio incontrastato suggellato fino alla pole conquistata in qualifica (QUI LE QUALIFICHE), sembrava aver smarrito in gara il feeling con la moto. Chi invece quel feeling non solo non l’ha smarrito ma sembra averlo definitivamente ritrovato sono i due piloti della Yamaha Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, oggi superbi in Repubblica Ceca, soprattutto il maiorchino giunto solo con quattro decimi di ritardo al traguardo, sintomo che il team dei tre diapason non vuol mollare nemmeno di un nanomillimetro nei confronti dell’altro costruttore giapponese. Bellissima anche la battaglia in casa Ducati tra Iannone e Dovizioso, rispettivamente quinto e sesto dopo una gara che li ha visti viaggiare appaiati dall’inizio alla fine.

Ordine d’arrivo

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza

1 25 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 166.6 42’47.800
2 20 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 166.6 +0.410
3 16 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 166.3 +5.259
4 13 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 165.9 +10.454
5 11 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 165.5 +17.639
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 165.4 +17.834
7 9 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 165.1 +23.819
8 8 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 164.7 +29.621
9 7 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 164.6 +30.364
10 6 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 164.2 +37.639
11 5 45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 163.1 +55.604
12 4 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 163.0 +56.727
13 3 7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 163.0 +56.908
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 162.5 +1’04.135
15 1 2 Leon CAMIER GBR Drive M7 Aspar Honda 162.5 +1’04.902
16 15 Alex DE ANGELIS RSM NGM Forward Racing Forward Yamaha 161.5 +1’20.666
17 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 161.3 +1’24.282
18 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 161.1 +1’27.436
19 23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 160.4 +1’38.867

Non classificati

9 Danilo PETRUCCI ITA Octo IodaRacing Team ART 161.5 2 Giri
35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 148.1 15 Giri
44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 164.2 16 Giri
70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 160.4 16 Giri
68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 157.5 17 Giri

LEGGI ANCHE

MotoGP Indianapolis 2014: il trionfo di Cielo, il trionfo di Marquez

MotoGP Indianapolis 2014 gara: Marquez firma la Decima, Lorenzo secondo e Rossi terzo

Classifica piloti e costruttori MotoGP 2014: la situazione dopo il GP degli Stati Uniti