Il GP di Ungheria rimarrà sempre speciale per Sebastian Vettel. Il tedesco vince per la prima volta in carriera all’Hungaroring e regala alla Ferrari la seconda vittoria stagionale dedicando il successo al suo amico Jules Bianchi. Per Vettel una gara condotta in testa dall’inizio fino alla bandiera a scacchi. E sarebbe potuta essere una storica doppietta Ferrari se la sfortuna non si fosse accanita ancora una volta contro Kimi Raikkonen, costretto al ritiro dopo una serie di problemi alla power unit. Sorride anche la Red Bull che porta sul podio entrambi i piloti: miglior risultato di sempre per Danil Kvyat che precede un Daniel Ricciardo che vede la sua monoposto danneggiata per due volte dai piloti Mercedes, prima da Hamilton e poi da Rosberg.

Il campione del mondo ne combina di tutte i colori e riesce a mantenere la testa del Mondiale grazie a un sesto posto quasi insperato a metà gara mentre Rosberg buca la gomma negli ultimi giri nella battaglia con Ricciardo e finisce ottavo. Ne approfitta la McLaren-Honda, per la prima volta a punti con Fernando Alonso quinto e Button nono. Affonda, invece, la Williams: Massa e Bottas chiudono al 12° e 13° posto.

Ordine d’arrivo F1 Ungheria 2015: la classifica finale

1 SEBASTIAN VETTEL GER FERRARI 1:46:09.985 25
2 DANIIL KVYAT RUS RED BULL +15.748s 18
3 DANIEL RICCIARDO AUS RED BULL +25.084s 15

4 MAX VERSTAPPEN NED TORO ROSSO +44.251s 12
5 FERNANDO ALONSO ESP MCLAREN +49.079s 10
6 LEWIS HAMILTON GBR MERCEDES +52.025s 8
7 ROMAIN GROSJEAN FRA LOTUS +58.578s 6
8 NICO ROSBERG GER MERCEDES +58.876s 4
9 JENSON BUTTON GBR MCLAREN +67.028s 2
10 MARCUS ERICSSON SWE SAUBER +69.130s 1

11 FELIPE NASR BRA SAUBER +73.458s 0
12 FELIPE MASSA BRA WILLIAMS +74.278s 0
13 VALTTERI BOTTAS FIN WILLIAMS +80.228s 0
14 PASTOR MALDONADO VEN LOTUS +85.142s 0
15 ROBERTO MERHI ESP MARUSSIA +2 laps 0
16 WILL STEVENS GBR MARUSSIA DNF 0

Ritirati
RT CARLOS SAINZ ESP TORO ROSSO DNF 0
RT KIMI RÄIKKÖNEN FIN FERRARI DNF 0
RT SERGIO PEREZ MEX FORCE INDIA DNF 0
RT NICO HULKENBERG GER FORCE INDIA DNF 0

Giro più veloce: Daniel Ricciardo, Red Bull, 1m 24.821s (lap 68)