E’ un veicolo commerciale ma ha tutte le caratteristiche di una confortevole automobile: è questo che colpisce maggiormente alla guida del nuovo Opel Vivaro. Il nuovo “furgone” della casa tedesca è un veicolo commerciale leggero per un utilizzo versatile sia per l’attività commerciale che per il tempo libero o per il trasporto di merci e persone. E’ studiato per rendere più confortevole e meno stressante la giornata lavorativa di chi trascorre molte ore alla guida grazie anche alla regolazione della seduta non solo in altezza e profondità ma anche inclinando a piacere lo schienale. Vivaro è a tutti gli effetti un ufficio mobile che consente, grazie alla seduta ribaltabile alla destra dell’autista, di posizionare il proprio pc portatile o il materiale necessario per una migliore attività di gestione del lavoro.

La nuova cabina di Vivaro offre più di 75 litri di comodi vani portaoggetti, con 24 litri disponibili nella zona del cruscotto o intorno a essa, e un vano portaguanti da ben 12 litri, sufficientemente grande da contenere un portablocco di dimensioni A4 e una bottiglia da 1,5 litri. Sotto i sedili ci sono inoltre altri 42 litri di spazio disponibile per gli oggetti più ingombranti. Il quadro è completato da un ottimo sistema di infotainment IntelliLink che prevede schermo touchscreen a colori ad alta risoluzione da 7″, telefono e streaming audio con Bluetooth e aggiornamento delle mappe mediante download su supporto USB. A richiesta è possibile dotare il proprio Vivaro con il NAVI 80 IntelliLink che consente l’inserimento della destinazione con comandi vocali, il cruise control con limitatore di velocità, il Park Pilot e la telecamera posteriore.

Il lancio sul mercato è previsto per l’estate 2014 a partire da 20.500 euro (IVA esclusa in Italia) con due lunghezze (dai 4.998 mm ai 5.398 mm) e due altezze (dai 1.971 mm ai 2.465 mm) mentre la larghezza, compresi specchietti retrovisori esterni è fissata in 2.283 mm. Diverse le versioni disponibili, furgone cabina singola e doppia e combi per il trasporto di persone, che si rivolgono ad una clientela diversificata come piccole imprese, aziende, liberi professionisti grazie anche alle molteplici motorizzazioni che si adattano ad ogni necessità.

Sono infatti due i propulsori turbodiesel con quattro potenze e un cambio aggiornato a 6 velocità: il 1.6 CDTI da 66 kW/90 cv e 260 Nm, il 1.6 CDTI da 85 kW/115 cv e 300 Nm , il 1.6 BiTurbo CDTI da 88 kW/120 cv e 320 Nm ed, infine, il 1.6 BiTurbo CDTI da 103 kW/140 cv e 340 Nm. Il sofisticato sistema BiTurbo funziona in modo che la seconda turbina entri in funzione solo in caso di effettiva necessità (come ad esempio un sorpasso in autostrada) garantendo così consumi ridotti di oltre un litro (5,7 l ogni 100 km) ed emissioni di CO2 contenute (149 g/km con tecnologia Start/Stop).

Le capacità di carico sono state aumentate e ora il volume massimo è stato portato a 8,6 m3, sufficiente a trasportare tre Europallet posizionati uno accanto all’altro. Le porte posteriori permettono di accedere facilmente al vano di carico. Per trasportare oggetti particolarmente lunghi, si può aprire a 90° la porta posteriore di destra e fissarla in posizione, mentre l’altra si chiude separatamente. Sportelli sotto il sedile anteriore passeggero e nella paratia consentono di inserire oggetti lunghi all’interno del furgone. La versione combi con porta laterale scorrevole assicura otto comodi posti, oltre al guidatore, con tre file di sedili. E per chi pensa anche allo stile, sono undici i colori subito disponibili, ma ne sono in arrivo altri personalizzabili.