La nuova Opel Astra ha segnato un’evoluzione importante nel segmento delle compatte; infatti, oltre ad essere decisamente differente dal punto di vista stilistico rispetto alla versione precedente, presenta diverse novità a livello d’infotainment.

Ma adesso, la Opel ritorna alla tradizione con una variante delle sua nuova compatta che riprende una sigla nota agli appassionati, ovvero quella formata da tre lettere: GSI. In molti ricorderanno l’Astra 2.0 16V GSI degli anni ’90, un’auto tanto caratterizzata esteriormente, quanto aggressiva dal punto di vista motoristico.

E’ chiaro che la nuova Astra GSI non potrà avere la conformazione a 3 porte come il modello del passato, ma la sua mise sarà altrettanto aggressiva per via di un paraurti rivisto, di una calandra rivisitata e di nuovi cerchi in lega

Per il momento, non ci sono ancora immagini ufficiali, ma in rete continuano ad essere proposte delle foto con l’auto camuffata nei punti più caratteristici, che poi, non sono altro che quelli appena citati nelle righe precedenti.

La missione di questo modello è quella di dare del filo da torcere a vetture del calibro della nuova Ford Focus ST, della Peugeot 308 GTI e di sua maestà, la VW Golf GTI, ancora sulla cresta dell’onda nonostante una nutrita schiera di concorrenti.

Per competere con auto così attrezzate, la nuova Astra GSI, meno specialistica della OPC, ma pur sempre sportiva, avrà anche un abitacolo rivisto in maniera adeguata attraverso elementi imprescindibili come il volante sportivo, i sedili sportivi ed un pomello del cambio studiato ad hoc.

Per quanto riguarda il cuore, l’anima pulsante della vettura, si parla di un 2 litri sovralimentato a quattro cilindri capace di erogare una potenza di circa 250 CV. Si tratta di una cifra puramente ipotetica, perché gli uomini del Fulmine devono rimanere in una range di cavalli che non si avvicini troppo a quello della prossima variante OPC dell’Astra.

Per vedere la nuova Opel Astra GSI bisognerà attendere il 2016, e, probabilmente, il modello in questione potrebbe arrivare in occasione del prossimo salone di Ginevra.