Opel Karl GPL debutta sul mercato. La più piccola vettura della casa di Rüsselsheim è ora disponibile anche nella versione a gas petrolio liquefatto, in grado di ridurre le emissioni di ossido d’azoto fino all’80% rispetto a un equivalente motore a benzina. La piccola Opel è dotata del motore 1.0 Tech da 73 CV che registra emissioni di CO2 nel ciclo misto pari a 93 grammi per chilometro per un consumo di GPL di 5,7 litri per 100 chilometri.

Come tutti i modelli GPL della casa tedesca, anche Opel Karl GPL esce dalla fabbrica pronta per utilizzare entrambi i carburanti. La possibilità di utilizzare questa tipologia di carburante è stata tenuta in considerazione già durante lo sviluppo del nuovo tre cilindri. Premendo semplicemente un pulsante, chi guida può passare dall’uso del GPL alla benzina e viceversa. Con il corretto stile di guida, Karl può percorrere fino a 1.050 chilometri. Il computer di bordo mostra il consumo attuale, l’autonomia residua, la velocità media e il consumo medio per ogni modo di propulsione.

Il serbatoio del GPL è integrato nell’alloggiamento della ruota di scorta nella parte posteriore della vettura, dove è anche protetto in modo ottimale in caso di incidente. Proprio come ogni altra Karl, anche la Opel Karl GPL è lunga solo 3,68 metri e ospita un vano bagagli che può arrivare a un massimo di 958 litri. Grazie al basso prezzo del GPL, le spese per il carburante scendono di quasi il 50% rispetto ai modelli a benzina. Opel Karl GPL è disponibile al prezzo d’ingresso di 13.300 euro.