Opel debutta anche nel mondo della nautica. La motorizzazione 2.0 CDTI, normalmente montata su modelli come la Cascada, l’Insigna e la Zafira, è stato scelto da Cimco Marine AB per essere utilizzato su imbarcazioni fuoribordo. Battezzato OXE, il motore Opel è il primo diesel 2.0 litri nella classe fuoribordo ad erogare una potenza di 200 cavalli a 4.100 giri, con una coppia massima di 400 Nm a 2.500 giri.

Prodotto in Germania, il diesel OXE di origine Opel consuma 43 litri all’ora,  con un risparmio del 42% rispetto a un analogo fuoribordo moderno a due tempi (73 litri). Sul fronte della manutenzione, il quattro cilindri diesel deve essere controllato ogni 200 ore con una revisione dopo 2.000 ore. Per essere utilizzabile anche in condizioni di mare mosso, l’unità ha ricevuto diverse modifiche come un sistema a carter secco per assicurare la disponibilità di olio indipendentemente dalla situazione. È presente anche una trasmissione a cinghia brevettata che trasferisce la potenza del motore attraverso il sistema di trazione all’elica, la quale è in grado di reggere l’elevata coppia del turbodiesel

“Abbiamo scelto il motore Opel perché si tratta di un ‘capolavoro’ ingegneristico e ha dimostrato tutta la sua affidabilità percorrendo centinaia di milioni di chilometri. Il bisogno di passare dalla benzina al diesel è stato considerato necessario per ridurre i pericoli di incendio, avere un prodotto più affidabile e dalla durata superiore con intervalli di servizio più lunghi per un intenso uso commerciale, un’autonomia superiore a pieno regime e per l’aumentata disponibilità geografica del diesel”, ha spiegato Magnus Folin, CEO di Cimco Marine.