La Opel GT Concept ha conquistato un premio molto prestigioso e davvero interessante. Infatti, è stata premiata come  “Best of Best” nella categoria “Concepts” dal German Design Council all’interno dell’Automotive Brand Contest, un concorso internazionale di design per le case automobilistiche nato nel 1953.

In questo caso la giuria stessa è rimasta davvero impressionata e sbalordita dal lavoro che gli ingegneri sono riusciti ad effettuare per la realizzazione e la produzione di questo particolare concept quasi futuristico. Nello specifico le linee aggressive e sportive ma senza tradire il design Opel sono state una caratteristica molto importante per la scelta dei giudici del German Design Council.

Mark Adams, vice presidente di Opel/Vauxhall Design, dopo aver ricevuto il premio ha dichiarato: “La GT Concept è una dream car che introduce la fase successiva della filosofia stilistica Opel ‘l’arte scultorea incontra la precisione tedesca. Il riscontro è stato travolgente. Io e i miei collaboratori siamo orgogliosi che la nostra sportiva riceva l’Automotive Brand Award come migliore concept car del 2016”.

Ma cos’è una concept car? In poche parole, spiegandole nel modo più didattico e comprensibile possibile è un prototipo di automobile che cerca di estremizzare il design o la tecnica che viene utilizzata nell’epoca in cui viene prodotta, cercando di non tradire il nome di autovettura ma rimanendo sempre all’interno di certi canoni standard. Lo stesso vice presidente di Opel la definisce “dream car”, ossia un’auto destinata a rimanere un sogno, un pezzo unico nel suo genere e che non vedrà mai, o quasi mai, le luci del mercato automobilistico.

Tina Müller, chief marketing officer di Opel, ha aggiunto alle parole di Mark Adams: “Cerchiamo sempre di offrire ai nostri concessionari qualcosa di diverso ed è per questo motivo che abbiamo avuto un’idea davvero insolita per il lancio di nuova Astra. Con una città di tende accanto a un circuito che sembra adagiato in un paesaggio lunare, abbiamo creato un evento che neppure il denaro può comprare”.