La Opel Adam ha fatto tendenza con i suoi colori, i suoi allestimenti cangianti, e quello stile premium che le ha permesso di rivaleggiare persino con la MINI. Poi è arrivata la variante a Gpl, per chi percorre molta strada, la Rocks, con il suo spirito da SUV e la S, per i più sportivi.

Bene, adesso le due anime, quella a ruote alte e quella dinamica, si sono fuse per dar vita alla Adam Rocks S, l’ultima intuizione della Casa del Fulmine che farà il suo debutto all’AutoRAI di Amsterdam dal 17 al 26 aprile.

Come la Rocks convenzionale, il corpo vettura presenta muscoli da vendere grazie alle carreggiate allargate, alle protezioni in plastica e in più offre grande libertà alla guida grazie al tetto in tela ad apertura elettrica denominato Swing Top.

Ma non è tutto, l’assetto è stato abbassato di 15 mm per garantire un miglior contatto con la strada, mentre dal punto di vista aerodinamico troviamo un nuovo spoiler sul tetto ed una grembiolatura che consente di inglobare al meglio il nuovo terminale di scarico.

Inoltre, per rendere ancora più entusiasmante l’esperienza di guida, la vettura presenta un impianto frenante potenziato ed il sistema di controllo della stabilità totalmente disinseribile (solo per la pista). Per quanto riguarda le prestazioni, queste sono assicurate dal 1.4 Ecotec turbo, capace di esprimere 150 CV, che lavora in sinergia con un cambio manuale a 6 marce.

In base a quanto è stato dichiarato dalla Casa del Fulmine, la vettura scatta da 0 a 100 km/h in soli 8,5 secondi ed è in grado di toccare una velocità massima di 210 km/h: ovvero gli stessi dati della Adam S convenzionale.

Si tratta di numeri da sportiva che però non influiscono più di tanto sui consumi, visto che la Opel dichiara valori interessanti da questo punto di vista: 5,9 l/100 km con emissioni di Co2 nell’ordine dei 139 g/km.

Saranno undici le colorazioni disponibili, a cui si potranno combinare 5 livree per il tetto in tela, tra cui il nuovo Red’n’Roll esclusivo per la S.