Forse non tutti i lettori sanno che Dainese non è specializzata solo nella produzione di abbigliamento protettivo per i motociclisti. Due anni fa la storica azienda vicentina ha firmato un protocollo d’intesa con la Federazione Internazionale Sci (FIS) per lo studio dell’applicazione del sistema airbag D-Air alle discipline più veloci come discesa libera e il SuperG.

E in vista delle Olimpiadi di Sochi 2014 la messa a punto del D-AIR Ski continua. L’attività di raccolta dati per la definizione dell’algoritmo di attivazione, iniziata la scorsa stagione, prosegue a pieno ritmo: ad oggi sono state monitorate ben 160 discese, in varie condizioni e con diversi atleti, quanto basta per creare una banca dati sufficiente a definire la prima “release” dell’algoritmo di attivazione, l’intelligenza del sistema chiamato a riconoscere le condizioni di caduta e ad attivare l’airbag.

In questa fase di sviluppo del progetto sono stati fondamentali il supporto della FIS e la sensibilità dei team e degli atleti della Coppa del Mondo: da questa stagione è stato autorizzato l’impiego dei paraschiena con piattaforma inerziale anche durante i giorni di gara e non solo durante le prove, il che permette di poter ampliare in modo importante la base di dati per la taratura dell’algoritmo. Tra gli atleti coinvolti nel progetto anche gli azzurri Werner Heel, Christof Innerhofer, Matteo Marsaglia, Paolo Pangrazzi e Silvano Varettoni.