La norma sull’obbligo delle gomme invernali ha suscitato parecchie polemiche. Tutto è nato dall’emendamento al decreto sviluppo, introdotto al Senato un settimana fa e approvato oggi dalla Camera, in cui si consente ai gestori delle strade extraurbane di permettere il transito ai soli veicoli equipaggiati con gomme invernali, limitatamente a situazioni di allerta per nevicate intense. Potete leggere un’analisi approfondita compiuta da SicurAuto a questo link.

Le proteste sono arrivate da più parti, dagli automobilisti ai gestori delle strade. Il sospetto di un “favore” politico ai costruttori di pneumatici è stato forte, indipendentemente dalla oggettiva efficacia di queste gomme. Il problema nasce dall’esclusione delle catene, che restano indispensabili in situazioni di neve estrema, soprattutto su forti pendenze.

Ora il Governo sembra fare marcia indietro. Il sottosegretario ai Trasporti, Guido Improta, ha dichiarato al Corriere della Sera che probabilmente verranno inserite nella legge di stabilità alcune modifiche a questa norma. Improta ha parlato di misure che potrebbero circoscriverne la portata, come l’applicazione alle sole autostrade. Inoltre l’applicazione riguarderebbe solo nevicate tali da mettere in allerta la Protezione civile, con conseguente invito a non mettersi in viaggio. Il sottosegretario ha anche escluso che si cerchi d’introdurre l’obbligo di gomme invernali per tutti.

photo credit: Roberto Nencini – Nencio via photopin cc