Chi ha imparato a conoscere il mondo della Formula 1 negli aspetti economici che regolano il settore, sa che a fare il bello e il cattivo tempo è sempre il solito Ecclestone. Il patron del Circus, infatti, è sempre attivo nell’organizzazione del “prossimo” campionato.

Siamo soltanto al giro di boa del campionato 2012 che già si pensa a quello dell’anno prossimo, alle sue tappe, ai circuiti che vedranno protagonisti nuovi piloti e le vecchie glorie dell’automobilismo internazionale.

Per esempio si sa che al Mugello non si faranno i test nel 2013 e che ci potrebbero dei nuovi circuiti pronti in America. Resta sempre l’incognita nei paesi che non sono stabili a livello politico come il Baharain. L’ultima novità riguarda il circuito tedesco di Nurburgring.

Il governo regionale della Renania-Palatinato, ha deciso di finanziare i lavori per far s^ che si proceda con la ristrutturazione del circuito e delle strutture turistiche ad esso collegate.

Eppure questa decisione non offre alcuna certezza riguardo il passaggio del Circus in Germania l’anno prossimo. Infatti Ecclestone fa sempre delle richieste economiche che travalicano la disponibilità degli organizzatori dei circuiti.

In Germania, per esempio, Thomas Schmidt, il development chief del Nurburgring ha spiegato che senza uno sconto importante accordato dagli organizzatori del campionato, la corsa l’anno prossimo non ci sarà.