In occasione del “The Commercial Vehicle Show”, inaugurato oggi e in programma fino al 1 maggio a Birmingham, fanno la loro prima apparizione pubblica i nuovi veicoli commerciali della gamma Opel: la nuova generazione di Vivaro e Movano debutta in anteprima mondiale con motori nuovi, potenti e dai consumi ridotti. Il nuovo Opel Vivaro si annuncia più pratico, più efficiente e più affascinante unendo la funzionalità di un veicolo commerciale leggero e i benefici di un ufficio su ruote con il comfort e il fascino di un’automobile.

Le versioni proposte sono più lunghe, e dispongono quindi di una maggiore capacità di carico, mentre la cabina vanta dimensioni maggiori e si distingue per la presenza dell’avanzata tecnologia di infotainment IntelliLink con un navigatore dal facile utilizzo e dotazioni che consentono di trasformarlo rapidamente e facilmente in un vero e proprio ufficio mobile. Vivaro è il modello di maggior successo nella gamma veicoli commerciali e rientra nella strategia di crescita DRIVE! 2022 del marchio. Nella nuova versione promette di essere anche estremamente economico grazie ai nuovi motori turbodiesel caratterizzati da consumi di soli 5,7 litri per 100 chilometri, con emissioni di CO2 ridotte a 149 g/km, che significano costi inferiori.

La nuova gamma dei propulsori di Movano comprende cinque turbodiesel tra i quali spicca il diesel BiTurbo 2.3 litri che riduce significativamente i consumi e le emissioni: il motore da 136 cv e 340 Nm di coppia registra emissioni inferiori dell’8% (15 grammi/km) pari a 180 grammi di CO2 per chilometro, grazie alla tecnologia Start/Stop di serie. Il Movano da 125 cv è adesso più veloce di circa 3,5 secondi in ripresa da 80 a 120 km/h in sesta. E con il propulsore da 110 cv risulta più veloce di ben cinque secondi. Miglioramenti dovuti anche all’adozione di un rapporto più breve per la sesta marcia.

Come Vivaro, anche Movano fa un passo avanti dal punto di vista della sicurezza: l’ESC viene infatti offerto di serie, insieme allo specchio per l’angolo cieco inserito nell’aletta parasole del passeggero, che garantisce una migliore visibilità generale. Disponibile anche l’assistenza alla partenza in salita Hill Start Assist che mantiene i freni attivi per circa due secondi dopo che il guidatore ha tolto il piede dal pedale, impedendo di rotolare all’indietro quando si parte in salita. Il Trailer Stability Program misura, invece, i movimenti di imbardata del rimorchio: se si raggiunge un livello critico, il sistema frena automaticamente le ruote per stabilizzare il rimorchio ed evitare un possibile incidente.

Rispetto al passato, la versione furgone L4 extralunga di Movano viene proposta anche con ruote singole e diverse altezze con una zona di carico tra i passaruota che risulta più larga di 300 millimetri e facilita il trasporto di carichi ingombranti. Il veicolo risulta inoltre più leggero e consuma meno carburante rispetto alle sole ruote gemellate sull’asse posteriore. A questo si aggiunge l’estensione a due anni dei tagliandi di manutenzione. Completano il quadro i sistemi di infotainment CD 16 BT USB, con Bluetooth e doppio ingresso USB di serie, e il sistema digitale di ricezione radio. Opel Movano sarà ordinabile da giugno 2014.

LEGGI ANCHE

La Opel Adam di VR46 all’asta su ebay

Opel Astra Copacabana: erba del Maracanà, clacson-samba e Caipirinha