Quattro nuovi modelli Seat in arrivo nei prossimi due anni. La casa spagnola annuncia il piano di azione fino al 2025 ponendo l’accento sulle quattro vetture che verranno lanciate entro il 2017 primo su tutti il SUV compatto derivato dalla Leon, che arriverà nella prima metà del 2016 e segnerà il debutto del marchio in questo segmento.

Oltre all’offensiva di prodotto, i due ulteriori pilastri strategici sono la soddisfazione dei Clienti come massima priorità e diventare il datore di lavoro più attraente dell’industria dell’automobile in Spagna. Nel corso di una riunione tenutasi alla presenza di 550 manager e direttori di marca dei mercati in cui Seat è presente, Francisco Javier García Sanz, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Seat, e Luca de Meo, nuovo Presidente del Comitato Esecutivo della casa spagnola, hanno svelato la strategia per i prossimi dieci anni per raggiungere l’obiettivo della redditività sostenibile.

Un altro tassello importante a livello di prodotto sarà la nuova generazione di Seat Ibiza, per la quale verrà adeguata la Linea 1 dello stabilimento di Martorell, dove si produce l’attuale serie e dove verà introdotto il pianale MQB, abbandonando il PQ25. Lo sviluppo di modelli nei segmenti in crescita con maggior margine di profitto vedrà, oltre alla berlina, anche un crossover urbano, andando a occupare un altro segmento strategico nel quale oggi Seat è assente.

Durante la presentazione del piano d’azione, García Sanz ha ribadito l’impegno del Gruppo Volkswagen nei confronti della Seat: “È ora di agire pensando a medio e lungo termine, al di là delle notizie delle ultime settimane. Il Gruppo Volkswagen ha piena fiducia nel nostro piano d’azione per il futuro, che si integra perfettamente nella loro strategia. Come previsto e precedentemente annunciato, i modelli per i prossimi due anni saranno introdotti nel mercato, contribuendo così alla crescita sostenibile della SEAT. E questo è solo il primo passo di questa strategia”.

Luca de Meo, subentrando a Jürgen Stackmann come capo della Seat, ha voluto evidenziare il contributo degli impiegati al raggiungimento dei risultati ottenuti in questi ultimi anni: “Voglio ringraziare tutti i collaboratori per l’impegno e la dedizione dimostrati nel corso degli ultimi anni. Da questo momento mi unisco a Seat con la stessa passione e lo stesso impegno che avete dimostrato per la Marca. La Seat ha il potenziale per progettare e produrre vetture di alta qualità. Lavoriamo con perseveranza, abbiamo passione, velocità, flessibilità e tecnologia. Sono convinto che la strategia che vi presentiamo oggi sarà un successo”.