Dire che la proposta del doppio punteggio nell’ultima gara di F1 (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’) non ha riscosso il favore del paddock è quasi un eufemismo. L’ultima trovata di Bernie Ecclestone (foto by InfoPhoto) ha portato a un’infinità di polemiche soprattutto tra i piloti. A prendere posizione era stato anche il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel (QUI LE SUE DICHIARAZIONI). Chissà cosa penserà l’uomo dei record quando leggerà l’ultima intervista del boss del circus rilasciata al ‘Daily Telegraph.

“Penso che ci debbano essere punti doppi nelle ultime tre gare. Raddoppiare i punti negli ultimi tre GP significherebbe rendere interessante il campionato fino alla fine per tutti, che siano i tifosi, la stampa o la televisione”. Assegnare 150 punti in graduatoria, poco meno della metà di quelli conquistati nel 2013 da Vettel, sarebbe a dir poco rivoluzionario e rischierebbe clamorosi scossoni in classifica. Ma l’ipotesi sembra di difficile applicazione.

L’idea verrà comunque discussa nella prossima prossima riunione dello Strategy Group a gennaio che probabilmente boccerà non solo l’ultima idea di Ecclestone ma anche quella di raddoppiare il punteggio solo all’ultima gara. Il cambiamento era stato approvato all’unanimità, su pressione delle televisioni che detengono i diritti dell’evento, ma tra qualche settimana il regolamento potrebbe essere nuovamente discusso e archiviato definitivamente.

LINK UTILI

LE ULTIME DECISIONI SUL REGOLAMENO DI F1

F1 test 2014: il calendario e i circuiti della sessione invernale

Mercato piloti F1 2014: Alonso alla McLaren è solo una fiction…per ora

Il circus sentenzia:Vettel più forte di Alonso