La nuova generazione della Volkswagen Polo debutta al Salone di Francoforte 2017, dove la vettura tedesca si mostra al pubblico prima di arrivare sulle strade, pronta a dare battaglia all’agguerrita e numerosa concorrenza che popola il segmento B.

La sesta generazione della Polo nasce sulla piattaforma modulare MQB A0 e cresce nelle dimensioni rispetto al modello attualmente in commercio. Infatti, la lunghezza aumenta di 8 centimetri e tocca adesso i 4,05 metri, con un passo ampliato di 9,4 centimetri che arriva a 2,56 metri, mentre la larghezza è di 1,75 metri. A guadagnarne sono l’abitabilità, soprattutto per i passeggeri posteriori, nonché la capacità di carico, che arriva a 351 litri.

Sotto il profilo puramente estetico Volkswagen conferma la propria filosofia che non prevede mai grossi travolgimenti delle linee, preferendo un continuo e costante ammodernamento generale. Lo stesso copione riguarda la nuova Polo, sempre più vicina alla sorella maggiore Golf nelle proporzioni e resa al passo con i tempi senza perdere in eleganza.

L’abitacolo si mantiene solido e razionale, confermandosi ispirato alla più recente produzione del gruppo tedesco. A catturare l’attenzione è l’Active Info Display di seconda generazione a cui si affianca il display touch da 6,5 o 8 pollici a seconda dell’allestimento. La tecnologia di bordo punta sul sistema VW Connect con le applicazioni Car-Net, supporto ad Apple CarPlay, Android Auto e MirroLink a cui si affiancherà la piattaforma We by Volkswagen per fornire una nuova esperienza di mobilità.

La gamma è composta dagli allestimenti Trendline, Comfortline e Highline a cui si somma la sportiva Volkswagen Polo GTI. Ciascun livello è ovviamente personalizzabile attingendo alla lista degli optional, ma tra gli accessori più interessanti offerti di serie si segnalano i fari full LED e il Front Assist con frenata d’emergenza e sistema di riconoscimento dei pedoni. A richiesta si possono avere inoltre Park Assist, il sistema di avviamento Keyless Access, il cruise control adattivo e il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco con integrato l’assistente di uscita dall’area di sosta.

Non c’è possibilità di scelta per quanto riguarda la carrozzeria, perché la sesta generazione della Polo è disponibile unicamente in versione cinque porte. A listino ci sono comunque 14 tinte esterne, 12 set di cerchi, due tonalità cromatiche per gli interni e ben 11 diversi rivestimenti per i sedili.

L’offerta di motori prevede la novità della propulsione a metano grazie al compatto 1.0 TGI da 90 cavalli, mentre le unità a benzina partono dal 1.0 MPI da 65 e 75 cavalli, proseguono con il 1.0 TSI da 95 e 115 cavalli e arrivano fino al 2.0 TSI da 200 cavalli, quest’ultimo prerogativa esclusiva della Polo GTI. Sul fronte diesel sono invece confermate le due versioni del 1.6 TDI da 80 e 95 cavalli.

In base al propulsore scelto ci sono il cambio manuale a cinque o sei velocità e l’automatico DSG a sette marce. I prezzi della nuova Volkswagen Polo partono da poco oltre i 14.000 euro.