In occasione del Salone di Ginevra, Volkswagen presenta in anteprima mondiale la nuova Golf GTE con sistema ibrido plug-in, diventando la prima casa automobilistica a livello internazionale a offrire per un modello tutte le modalità di trazione attualmente disponibili (benzina, Diesel, metano, elettrica e ibrida plug-in). La Golf GTE vanta un consumo nel ciclo combinato di 1,5 l/100 km (a fronte di emissioni di CO2 pari a 35 g/km) e un’autonomia di 50 km in modalità esclusivamente elettrica che complessivamente raggiunge i 939 km.

Il nome della Golf GTE è in linea con le sigle GTI e GTD, due icone sportive nella gamma Golf, e punta a essere una vettura a emissioni zero adatta alle lunghe percorrenze. Monta un motore 1.4 TSI turbo benzina a iniezione diretta 150 CV e un motore elettrico 102 CV che garantiscono una potenza del sistema di 204 CV. Il motore elettrico viene alimentato da una batteria ad alta tensione agli ioni di litio con raffreddamento a liquido, da 8,8 kWh di capacità; la ricarica avviene attraverso un’apposita presa collocata dietro il logo VW al centro della calandra mentre la batteria pesa 120 kg (meno di un decimo rispetto ai 1.524 kg complessivi della vettura).

Quando è in funzione il solo motore elettrico, la Golf GTE raggiunge una velocità massima di 130 km/h mentre con la potenza del TSI, la GTE accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e, dove consentito, raggiunge una velocità massima di 222 km/h mentre l’unione benzina ed elettrico rende molto grintosa la Golf GTE grazie a ben 350 Nm di coppia massima. Per ricaricare la batteri si può utilizzare la presa di casa e bastano circa 3,5 ore (fino al raggiungimento del 100% di capacità) mentre tramite tramite wall box (per il garage di casa) o colonnine di ricarica pubbliche, bastano solo 2,5 ore. Il cambio è un automatico DSG a tripla frizione a 6 rapporti, appositamente sviluppato per l’impiego ibrido mentre il servofreno elettromeccanico e il compressore del climatizzatore elettrico garantiscono, anche in modalità elettrica, un’ottimale funzionalità di freni e climatizzatore.

Per gli esterni gli elementi caratteristici della GTI si fondono con quelli della e-Golf in uno stile inconfondibile dominato dal blu che caratterizza anche gli interni. Come la e-Golf, la Golf GTE sarà disponibile di serie con doppi proiettori, indicatori di direzione e le luci di posizione realizzati con tecnologia a LED, così come i gruppi ottici posteriori. Una modanatura laterale e uno spoiler sul tetto con side-flap sono ulteriori elementi mutuati dai modelli GTI e GTD mentre ogni vettura è dotata di serie di un touchscreen, un display ad alta risoluzione da 6,5 pollici del sistema radio Composition Media. A richiesta è disponibile il sistema radio-navigazione Discover Pro. La Golf GTE verrà lanciata sui primi mercati internazionali nell’autunno del 2014.

LEGGI ANCHE

Salone di Ginevra: tutte le info utili

Tutte le anteprime della più attesa fiera dei motori

Il LIVE dal Salone di Leonardo.it

E’ di Peugeot l’auto dell’anno 2014