Kate Fretti è la ex fidanzata di Marco Simoncelli, la bella ragazza, molto discreta che da sempre seguiva il campione di Coriano. Dopo la morte del fidanzato, in molti hanno cercato di aiutarla e finalmente è riuscita a trovare un lavoro proprio nel motogp che le ha strappato l’amore. 

Mentre Paolo Simoncelli ha spiegato bene la sua difficoltà nell’elaborazione del lutto e la sua negazione del motociclismo dopo la morte del figlio, Kate, invece, ha deciso di tornare in campo. In primo luogo è diventata responsabile di una Onlus dedicata proprio a Super Sic.

In fondo è molto giovane, appena 23 anni, di origine bergamasca. Non ha del tutto voglia di allontanarsi dal passato. E’ rimasta in contatto con la famiglia di Sic ed ora segue a tempo pieno la Fondazione Simoncelli. All’inizio pensava di non potercela fare, poi ha trovato la motivazione giusta.

La Fondazione ha già ottenuto degli ottimi risultati, per esempio è stato creato un orfanotrofio nella Repubblica Domenicana, che si dedica all’accoglienza dei bambini disabili. Kate lavora anche nel motociclismo nel senso che per esempio è stata a Jerez per raccogliere abbonamenti e tesseramenti.

Ma la cosa che più commuove di lei è il suo voler ricordare per sempre Sic tanto da essersi tatuata proprio questo nome sulla mano, lì dove si porta la fede.