La nuova Suzuki Celerio, presentata alla stampa al Royal Park I Roveri di Fiano, è già disponibile nelle concessionarie. In un momento in cui le citycar puntano a brillare per le caratteristiche premium, la casa giapponese propone la via della praticità e della concretezza con la piccola che fa del rapporto qualità/prezzo, dell’abitabilità e del motore dai consumi contenuti i suoi punti di forza. Le misure sono compatte, con la lunghezza massima di soli 3.600 mm e un abitacolo spazioso che promette un’auto maneggevole nel traffico cittadino. La larghezza di 1.600 mm, l’altezza massima di 1.540 mm e la linea regolare del tetto si uniscono a un’interasse di 2.425 mm che assicura una distanza tra le due file di sedili di 743 mm, offrendo agli occupanti una seduta comoda e accogliente. I cinque posti offerti da Celerio sono reali e l’accessibilità è agevolata dalle portiere posteriori che si aprono con un angolo di 83°. Da non trascurare anche la posizione di guida alta e la leva del cambio rialzata per un maggiore comfort e una migliore visibilità. Grazie ai suoi 254 litri di capienza, il bagagliaio ha una capacità di carico ai vertici della propria classe mentre i sedili posteriori sono separabili e ribaltabili (60:40).

Il motore di ultima generazione da 3 cilindri e 68 CV (Euro 6) è parsimonioso (4,3 L/100 km) e le emissioni contenute (99 g/km di CO2) grazie anche al coefficiente di resistenza aerodinamica (Cx) di 0,32. Al ‘mille’ tre cilindri si aggiungerà ad aprile un altro 1.0 VVT a doppia iniezione diretta-indiretta, distribuzione a fasatura variabile e rapporto di compressione elevato con emissioni ridotte addirittura a 84 g/km e consumi pari a 3,6 L/100 km. Ad aprile 2015 sarà disponibile anche il cambio robotizzato a 5 rapporti ed è attesa anche una versione bi-fuel a GPL, attualmente in corso di omologazione. L’impiego di acciai a alta resistenza a zone a deformazione controllata della struttura assorbe l’energia degli impatti: il risultato è un corpo vettura alleggerito che determina il nuovo standard in termini di peso (880 kg, oltre 100 kg in meno rispetto all’attuale riferimento del segmento A).

Tra i moderni sistemi di sicurezza adottati spiccano 6 airbag (4 per la versione EASY ed L), l’ABS con EBD, il sistema hill hold control (AGS e DualJet), il controllo elettronico della stabilità ESP e il controllo della pressione degli pneumatici TPMS (Tyre Pressure Monitoring System). Gli airbag a tendina sono disponibili solo dalla versione Style: un’assenza che insieme, alla mancanza del limitatore di velocità e del segnalatore delle cinture non allacciate su tutti i posti, ha portato la Celerio ad ottenere solo tre stelle nei crash test Euro NCAP. Una prova che la piccola giapponese ha superato brillantemente (specie nel test con il seggiolino per i bambini fino a 18 mesi) e senza criticità ma la mancanza degli airbag a tendina di serie ha impedito di svolgere il test di urto laterale contro il palo che si è tradotta in punti in meno sul punteggio finale.

La gamma si compone di 3 differenti versioni a 5 porte, studiate per offrire a ogni utente la vettura giusta per le proprie esigenze. Si parte dalla versione basic (L) ma la dotazione di serie si arricchisce a partire dall’allestimento Easy che presenta il sistema audio con Bluetooth, il climatizzatore manuale, volante e sedile guidatore regolabili in altezza oltre alla leva del cambio nella pratica posizione rialzata. La Style aggiunge i cerchi in lega, i fendinebbia, i vetri posteriori elettrici, l’impianto audio premium, gli specchietti in tinta e gli airbag a tendina. La Style Dualjet presenta, inoltre, il sistema Start&Stop e l’Hill Hold Control. Già disponibile sul mercato, la versione Easy è proposta a un prezzo di 10.490 euro ma viene offerta a 8.990 euro fino al porte aperte Suzuki di fine gennaio.

LEGGI ANCHE

Nuova Suzuki Celerio: la compatta al Salone di Ginevra

Nuova Suzuki Vitara 2015

Suzuki S-Cross: prestazioni e sicurezza a un prezzo ragionevole

Suzuki S-Cross: i vantaggi per l’acquisto nel nuovo anno

Suzuki S-Cross 2014: il test drive di Leonardo.it