Nuova smart fortwo cabrio debutta nelle concessionarie italiane. Un anno dopo la sorella fortwo, fa il suo ingresso sul mercato un modello particolarmente apprezzato dai fan della city car Mercedes: dalla primavera del 2000 sono stati quase 40.000 le vetture vendute in Italia, circa l’8% delle 476.000 smart immatricolate nel nostro Paese, il primo mercato nel mondo per smart. Un’incidenza leggermente inferiore rispetto alla media globale degli altri paesi (quasi al 15%) dove la piccola cabrio ha già raggiunto le 220.000 unità.

Tetto aperto in 12 secondi

Partendo dalla versione precedente, la nuova smart fortwo cabrio conferma la soluzione del tetto apribile con lunotto termico in vetro e barre di scorrimento laterali smontabili (e riponibili nel lato interno del portellone) offrendo un’esperienza di guida a cielo aperto senza rinunciare alla massima flessibilità. La capote in tessuto, disponibile nelle colorazioni nera e rossa, si apre in modo completamente automatico in 12 secondi a qualsiasi velocità e grazie alla chiave a tre funzioni può essere aperta anche con il telecomando da distanza ravvicinata. Il rivestimento esterno è composto da un tessuto poliacrilico resistente alla luce, mentre quello interno è un misto di poliestere e cotone: in mezzo si trova uno strato in caucciù. Con una superficie di 1,8 m2 la capote ha uno spessore complessivo di 20 mm ed è più grande rispetto al modello precedente di circa il 4%.

I 4 pilastri della piccola decappotabile

Cambia l’estetica ma non la filosofia della nuova smart fortwo cabrio che punta su quattro pilastri: funzionalità, ambiente, gioia di vivere e sicurezza. La funzionalità si apprezza soprattutto in ambito urbano dove la lunghezza record (2,69 metri come la fortwo) le garantisce un diametro di sterzata da soli 6,95 metri tra i marciapiedi. Un asso nella manica che si aggiunge alla gioia di vivere tipica del marchio che fa di positività e colori una delle caratteristiche distintive: sono oltre 100, infatti, le diverse combinazioni cromatiche possibili mentre viene ampliata la gamma di accessori e con il programma di personalizzazione smart Brabus tailor made ci sono fino a 30 colori diversi per i rivestimenti in pelle, combinabili con le più svariate impunture. Personalizzazione che trova la sua massima espressione nella smartforpeace, nata dal progetto viveredarte, che si somma alle diverse “special” smart in giro per le città italiane mentre la casa sta lavorando a nuove limited edition.

La regina delle city car guarda anche all’ambiente con emissioni contenute entro i 100 g/km di Co2 (rispettivamente 97 e 99 per i motori da 71 e 90 CV ): un’offerta complementare con quella della smart elettrica che è disponibile – insieme alla nuova Classe B – con la formula del noleggio a breve termine a Roma e Milano, e che sarà lanciata nella nuova versione elettrica a fine 2016 insieme, per la prima volta, alla sorella forfour. Infine nuova smart fortwo cabrio si affida alla sicurezza delle 4 stelle EuroNCAP di fortwo e a una cellula di sicurezza tridion leggermente diversa: il montante centrale è più stretto rispetto alle versioni chiuse e la cellula ha un andamento più progressivo. Inoltre, rispetto alla smart coupé, la Cabrio è stata rinforzata in punti strategici: una traversa a X in acciaio posta sotto la vettura, due paratie di torsione sotto la parte anteriore e quella posteriore della vettura e un tubo interno ai montanti anteriori in acciaio altamente resistente, sottoposto a trattamento termico.

Nuova smart fortwo cabrio, 5 versioni e 2 motori

La cabrio più corta al mondo è disponibile in cinque versioni versioni (youngster, urban, passion, prime e proxy), due motori benzina (1.0 da 71 CV e 90 CV, il cambio manuale a 5 marce arriverà in un secondo momento) e con il solo cambio automatico twinamic, il primo automatico a doppia frizione del segmento: sviluppato da Getrag, garantisce innesti delle sei marce fluidi e rapidi, utilissimi nel traffico milanese dove abbiamo provato la vettura da 71 CV in versione proxy per qualche ora. Oltre ai pregi della smart fortwo, come comfort di guida e abitabilità (qui il test drive completo), la nuova smart fortwo cabrio spicca per una buona acustica che non viene compromessa nemmeno in modalità “scoperta”. La nuova struttura dell’asse anteriore, con elementi presi in prestito dalla Classe C di Mercedes-Benz, nuove sospensioni McPherson e un cuscinetto a tre vie, rendono la guida decisamente confortevole con consumi medi che si attestano sui 4,3 l/100 km sulla versione da 90 CV, a sorpresa la più efficace e pulita (4,2 l/100 km e 97 g/ km di CO2) ma in compenso si perde circa mezzo secondo nel passaggio da 0 a 100 km/h (11,7 secondi) rispetto a fortwo. I 71 cavalli sono sufficienti in città ma se si cercano brio e sorpassi decisi meglio puntare sulla versione più spinta.

La versione d’accesso youngster propone cerchi in lega da 15”, il pacchetto Cool & Audio con climatizzatore automatico, Bluetooth ed audio streaming, luci diurne a LED a segnalazione ottica di chiusura e l’immobilizzatore elettronico oltre a strumentazione con display LCD e computer di bordo. Dall’allestimento proxy è disponibile un supporto universale e ricarica integrata per smartphone fino a 5″: grazie al sistema MirrorLink, di serie in abbinamento allo smart Media-System, o l’App Smart Cross Connect, si può fare a meno del navigatore incorporato nella vettura senza rinunciare a un sistema di navigazione efficace e intuitivo.

Tra i pacchetti di personalizzazione, è disponibile il nuovo Urban Style Package con assetto ribassato, cerchi in lega e finiture nere sui passaruota. La nuova smart fortwo cabrio, già ordinabile, parte da un listino di 17.640 euro per la versione da 71 CV e, a seconda delle versioni, i sovrapprezzi sono compresi fra un minimo di 550 euro fino a un massimo di 2.300 euro. La city car decappottabile sarà nelle concessionarie smart nel weekend del 19-20 marzo e sarà in vendita anche sul nuovo negozio on-line smartforstore che in poche settimane ha già immatricolato 15 vetture di cui una proprio cabrio, oltre a 10 fortwo e 4 forfour.