Sono state presentate mercoledì 16 luglio a Berlino le due nuove versioni di smart ForTwo e ForFour. I sostanziali progressi dal punto di vista della sicurezza e dell’abitabilità non hanno diminuito i vantaggi derivanti dalla sua compatezza (2,69 metri di lunghezza per 1,66 di larghezza) e dal diametro di sterzata tra marciapiedi di appena 6,95 metri. Comapre per la prima volta un piccolo cofano motore e presenta una larghezza maggiore rispetto al modello precedente (10 cm in più) con interni più belli da vedere e la novità assoluta del cambio manuale.

Il design cambia rotta guadagnando un volume anteriore più marcato mantenendo comunque la consueta architettura di base con trazione e motore al posteriore. Il muso con fori esagonali è reinterpretato con una calandra che fa da contorno a un motivo a nido d’ape mentre i gruppi ottici su fari più ampi si mostrano squadrati ma con bordi tondeggianti. Rivista anche la cellula Tridion mentre il posteriore alterna fari squadrati ad angoli più smussati. Le vere novità, però, si scoprono a bordo. Nuovo anche l’autotelaio che si distingue soprattutto per la nuova struttura dell’asse anteriore, con elementi presi in prestito dalla Classe C di Mercedes e con il ponte De Dion al retrotreno ottimizzato. L’escursione delle sospensioni – afferma Smart – è nettamente aumentata e sono presenti pneumatici con fianchi più alti per un maggiore confort di guida.

All’interno la plancia ha forme sinuose mentre i sedili piuttosto sportivi e i giochi di pieno-vuoto conferiscono quel fascino che mancava ai precedenti moelli. Il tablet al centro gestisce la multimedialità mentre la scelta di colori e materiali sottolinea il carattere spensierato e affascinante della nuova generazione smart con le versioni di equipaggiamento che consentono di creare un look originale e personale. Due i motori benzina a tre cilindri, un aspirato di 999 cc con 71 Cv, e un turbo 898 cc che arriva a 90 Cv. Pochi mesi dopo il lancio la gamma si amplierà con un motore a benzina da 60 Cv, adatto ai neopatentati. Nuove anche le trasmissioni: automatica doppia frizione twinamic a 6 rapporti e manuale a 5 marce, ‘prima’ assoluta per Smart.

Gli avanzati sistemi di assistenza alla guida, fino ad oggi riservati alle vetture Mercedes-Benz, debuttano su smart. Di serie il sistema di assistenza in presenza di vento laterale mentre sono disponibili a richiesta la funzione di avvertimento della distanza e il sistema antisbandamento. La scocca e la cellula di sicurezza tridion sono state perfezionate per adeguarle ai più stringenti requisiti di sicurezza dei crash test. Comprese nella dotazione base i sidebag per testa e torace che proteggono lateralmente l’area della testa e del torace degli occupanti.

Cinque le versioni previste: youngster, sport edition #1, passion, prime e proxy, caratterizzate già nella versione d’ingresso da un’ampia gamma di equipaggiamenti con luci diurne a Led, chiusura centralizzata con telecomando, Tempomat con limitatore della velocità, computer di bordo e alzacristalli elettrici anteriori. “In Italia - ha detto Eugenio Blasetti, responsabile del prodotto di Mercedes Benz Italia - le versioni youngster saranno ancora più ricche grazie a volante multifunzione, climatizzatore, radio Bluetooth con audio streaming, cerchi in lega da 15 pollici e copertura vano bagagli”. Il bagagliaio consente di caricare fino al tetto sono 261 litri di capacità. Lo sbarco sul mercato è fissato per la metà di novembre ma dal prossimo 31 luglio le vetture saranno già ordinabili. I prezzi partiranno da meno di 12.000 euro in attesa del 2015 quando arriverà una versione ‘giovane’ da 11.000 euro.

LEGGI ANCHE

Nuova Smart: la presentazione in diretta streaming

Smart Brabus e fortwo: ecco i modelli speciali