Land Rover amplia la gamma Range Rover con l’arrivo della Velar, un inedito SUV atteso al debutto mondiale il primo marzo che andrà a porsi tra la Evoque e la Range Rover Sport.
 
La Range Rover Velar deriva il suo nome dai prototipi di pre-produzione della prima Range Rover del 1969, chiamati così quando si rese necessario renderli anonimi e nasconderli da sguardi indiscreti. Non a caso fu scelto un nome vicino al verbo latino “velare”, che significa proprio coprire, celare. 

La scelta di riprendere quella dicitura vuole sottolineare il filo diretto della nuova arrivata con il glorioso passato del modello forse più iconico di Land Rover, così da mettere in evidenza la stretta parentela tra le due vetture nonostante la differenza di tempo che separa la capostipite dalla quarta componente della famiglia Range Rover.
 
Al di là delle suggestioni legate al nome, la nuova Range Rover Velar mantiene intatto lo spirito Land Rover privilegiando l’eleganza e il lusso, come confermato da Gerry McGovern, Land Rover Chief Design Officer:

Definiamo Velar “La Range Rover Avant Garde”, perché arricchisce il Brand infondendo una nuova dimensione di glamour, modernità ed eleganza. La Range Rover Velar cambia tutto.

In attesa di conoscere i dettagli durante la presentazione fissata tra un paio di settimane, sulla Velar è lecito attendersi le tecnologie più avanzate in fatto di comfort e sicurezza, senza dimenticare un’ampia offerta di connettività ormai diventata prerogativa indispensabile ne segmento dei veicoli di fascia alta.