Nella giornata di Mercoledì 18 giugno è stata presentata a Londra la nuovissima Peugeot 508 che accoglie a bordo nuovi equipaggiamenti di alta tecnologia.

La prima 508 è stata presentata al Salone dell’Auto di Parigi nel 2010 dove ha cominciato la sua carriera commerciale all’inizio del 2011, confermando una presenza di lunga data del Marchio nel segmento delle grandi stradiste, presenza ininterrotta ormai da vari decenni. La gamma, proposta subito nelle varianti berlina e Station Wagon, si è arricchita, l’anno successivo, di una terza silhouette decisamente innovativa, la Peugeot 508 RXH, che adotta di serie la tecnologia HYbrid4 ed è un veicolo a sé stante : la sua postura tipo all-road, la sua polivalenza di utilizzo e le sue prestazioni ambientali rimangono uniche nel panorama automobilistico.

Come dicevamo la nuova Peugeot 508 ha puntato moltissimo sulla tecnologia, a partire dalla plancia integra con un Touchscreen da 7 pollici che raggruppa in modo intuitivo le funzionalità del veicolo. Di conseguenza, la zona centrale è stata alleggerita riducendo il numero dei pulsanti. Il quadro strumenti fa riferimento agli orologi di precisione, nel quale è integrato il Color Head-Up Display che dispensa le informazioni relative alla guida in colori leggibili su una lamina fumé retraibile.

Altra novità importante è il Keyless System (accesso veicolo e accensione senza chiave), il freno di stazionamento elettrico, lo Smartbeam (commutazione automatica degli abbaglianti), il
climatizzatore automatica quadri-zona, l’offerta Hi-Fi di JBL. Senza dimenticare il Blind Corner Assist (sistema di monitoraggio dell’angolo cieco della vettura e la retrocamera, la cui
immagine viene riproposta a colori sul Touchscreen.

Parliamo adesso del nuovo motore Euro 6 inaugurato dalla 508, entrando nel particolare il motore è l’1.6 THP 165 CV S&S, abbinato a un cambio meccanico a 6 marce, oppure dotato del nuovo cambio automatico a sei rapporti EAT6. Questo nuovo motore da 165 CV, che sostituisce l’1.6 THP 156 CV Euro5, ha emissioni di CO2 ridotte a partire da 129g/km (in versione cambio automatico), quando con il motore migliore della generazione precedente raggiungevano i 144g/km.
Per quanto concerne la versione Diesel abbiamo l’opzione 2.0 BlueHDi 150 CV cambio manuale, che ha emissioni di soli 105g di CO2 /km mentre la versione 2.0 2BlueHDi 180 EAT6 è stata omologata con la berlina a 111 g di CO2 /km, il che costituisce uno dei migliori
compromessi fra potenza e consumi del segmento.

In sostanza la nuova Peugeot 508 si impone come vettura altamente tecnologica e con una motorizzazione di qualità senza tralasciare l’ambiente, le emissioni sono importanti, e senza tralasciare il design e l’eleganza.

LEGGI ANCHE:

Peugeot 108: look e agilità, l’erede della 107 cambia pelle

Moto elettriche: al via gli incentivi

Nissan eNV200: quando il business diventa elettrico