Negli splendidi dintorni di Graz, nella regione austriaca della Stiria, la nuova Peugeot 208 è stata presentata alla stampa internazionale. Lanciata nel 2012, ha venduto oltre un milione di esemplari in tutto il mondo mentre sono stati quasi 83.000 italiani che l’hanno scelta come compagna di viaggio nel primo triennio di commercializzazione. Per rafforzare la propria posizione nel segmento B, la nuova Peugeot 208 ha rinnovato la sua linea con un nuovo e accattivante frontale che esalta caratteristiche di qualità e robustezza.

Nuova Peugeot 208, esterni e interni promossi

Le modifiche estetiche convincono e il colore maggiormente d’impatto è il nuovo e frizzante Orange Power. Abbinato al pack Menthol White con i cerchi neri diamantati, offre un impatto visivo dell’auto davvero notevole. Internamente la soluzione del Peugeot i-Cockpit, introdotto nel 2012 dalla versione precedente, si conferma vincente: il volante ridotto, il quadro strumenti in posizione rialzata e il touchscreen multifunzione da 7” donano comfort e una buona leggibilità delle informazioni. Gli interni beneficiano di un ambiente luminoso con il colore bianco della retroilluminazione utilizzato sia per il quadro strumenti e le sue lancette sia per tutti i comandi, a prescindere dal livello di allestimento. La plafoniera a LED e le guide di luce azzurre del tetto panoramico (in opzione) contribuiscono a ottenere un’atmosfera distesa. Merito anche della silenziosità dell’abitacolo e dei nuovi motori.

Debutto per il tre cilindri turbo da 100 CV

A proposito di motori, nuovi e tutti Euro 6, la novità più importante è rappresentata dalla versione turbo del propulsore tre cilindri a benzina che eroga 110 CV (invece di 82 nel 1.2 aspirato). Prontezza e fluidità sono di casa in questo propulsore e la spinta è vigorosa fin dai medi regimi. Anche i sorpassi più impegnativi diventano elementari e a velocità sostenuta emerge l’ottima tenuta dell’auto rigida nonostante la taratura non rigidissima degli ammortizzatori che comunque basta e avanza per assorbire le imperfezioni della strada. Il tre cilindri è disponibile anche con il nuovo cambio automatico a sei rapporti EAT6. Meno brillante il diesel 1.6 BlueHDi 100 cavalli S&S a cinque rapporti che punta più sull’efficienza e visto che detiene il record assoluto dei consumi per un veicolo di serie con 2,0 l/100 Km, un dato non avvicinabile in condizioni normali anche se i 3,4/100 km dichiarati dalla casa promettono bene. Se si cercano soddisfazioni con un motore a gasolio, meglio puntare sul 1.6 BlueHDi 120 CV S&S, abbinato a un cambio a sei marce, dove la coppia sale da 254 a 300 Nm e la verve non manca di certo. Per chi invece si accontenta di una cavalleria più modesta, il 1.4 da 68 CV viene rimpiazzato dal 1.6 da 75 CV (omologato per 3 litri/100 km, il motore termico più parsimonioso in Italia) mentre a giugno 2016 dovrebbe arrivare il GPL sul tre cilindri da 82 CV.

Nuova Peugeot 208, GT Line aspettando la belva GTi

Il piacere di guida è uno dei cavalli di battaglia della nuova Peugeot 208 che si fa apprezzare soprattutto nel percorso misto mentre il piccolo sterzo è pronto e preciso. Motivi per cui la piccola del Leone può rivelarsi al tempo stesso sia la vettura di tutti i giorni che l’auto per uscite un po’ più divertenti. Tra le novità, oltre ai consueti allestimenti Access (base), Active e Allure, debutta la versione  GT Line, sportiva e proposta con ruote da 17″ (solo per il 1.6 turbo benzina da 208 CV). La nuova Peugeot 208 è già in vendita ma arriverà nelle concessionarie da metà giugno. Il listino parte dai 12.300 euro della 1.0 PureTech Access 3p da 68 CV, ai 16.050 euro della 1.6 BlueHDi da 75 CV arrivando fino ai 26.200 euro della 1.6 THP S&S GTi by Peugeot Sport 3p da 208 CV, una belva con differenziale meccanico autobloccante che arriverà a settembre.

Con Active City Brake e nuove vernici granulose

Insignita delle 5 stelle EuroNCAP, la Peugeot 208 è una delle vetture più sicure del segmento a cui ora aggiunge l’Active City Brake, molto utile in città (attivo fino a 30 km/h) e proposto a 250 euro, 150 in più della retrocamera a colori. Per chi volesse un colore inedito, Peugeot ha brevettato due tinte satinate con effetto opaco, Ice Grey e Ice Silver, granulose al tatto e resistenti ai micrograffi. Sono proposte a 180 euro in più della vernice metallizzata e completano un’ampia offerta di tinte e personalizzazioni studiata dalla casa francese che mira a soddisfare le esigenze di un segmento sempre più diversificato.