L’Opel Astra è senza dubbio un modello di successo della Casa del Fulmine, un’auto che è cresciuta di generazione in generazione, e adesso si appresta a fare un ulteriore salto di qualità con la nuova versione. Dettagli interessanti sulla vettura sono stati diffusi da come Autobild che, recentemente, ha avuto la possibilità di provare un prototipo della nuova compatta.

In base a quanto riportato dai colleghi tedeschi, la nuova Astra, sarà realizzata sulla piattaforma D2XX ed avrà una massa complessiva inferiore di 120-200 kg rispetto al modello attuale. Inoltre, la lunghezza complessiva sarà ridotta di 49 millimetri, mentre anche il passo sarà più corto di 23 millimetri. Ma non preoccupatevi, alla Opel sono riusciti ad incrementare lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori di 34 millimetri.

Cambiamenti in vista anche per gli interni, dove spiccheranno un nuovo volante a tre razze, sedute più comode ed un sistema di infotainment touchscreen di facile consultazione. Spariranno i tanti tasti sulla console centrale, per una migliore interazione tra auto e guidatore.

Dal punto di vista dinamico, la vettura si annuncia più agile, e guadagna il cruise control adattivo in grado di mantenere automaticamente la distanza con gli altri veicoli. Le motorizzazioni, al momento, non sono confermate, ma ci si aspetta unità a tre e quattro cilindri turbo. Sul fronte benzina, si partirebbe dal 1.0 a tre cilindri con 105 CV, per poi salire di cilindrata con un 1.4 quattro cilindri da 145 CV ed un 1.6, sempre a quattro cilindri, da 200 CV. Per quanto riguarda i diesel, sono previste diverse declinazioni del 1.6, che potrebbe essere disponibile nelle varianti da 95 CV, 140 CV, e 170 CV.

Purtroppo sparirà la bellissima GTC, con quel suo stile da coupè, ma una capienza furba, da auto convenzionale, mentre è confermata la variante wagon, sempre apprezzata dal mercato. Le prime immagini ufficiali  della nuova Opel dovrebbero essere diffuse a luglio, prima del debutto in società, che potrebbe arrivare al salone di Francoforte.