Dal prossimo 3 novembre entrerà in vigore una nuova regola in materia di circolazione dei mezzi stradali, il non rispetto della seguente normativa, a quanto pare, comporterà un’ammenda salatissima. Questa novità sta impazzando sulla rete, forse una bufala oppure un rumors o è tutto vero, ancora non è certo nulla. Una delle poche cose che si sa è che tutto è iniziato nel luglio dell’anno in corso con una circolare del Ministero degli interni. Lo stesso dicastero decreta che l’intestatario della carta di circolazione di un’automobile dovrà obbligatoriamente coincidere con il nome sulla patente del conducente, se questo non dovesse verificarsi è prevista una multa amministrativa che parte dalla cifra di 705 euro.

La soluzione a questo problema è presto detto, basta precipitarsi in Motorizzazione o nella più vicina agenzia di pratiche auto e procedere per la messa in regola della documentazione relativa all’auto che si utilizza. La buona notizia è che non tutti sono soggetti a rispettare obbligatoriamente questa nuova normativa, infatti, solo chi compierà gli atti automobilistici in questione dopo la data del 3 novembre 2014 dovrà adeguarsi a tale regola. Chi ha effettuato le stesse procedure prima di tale data non deve provvedere ad adeguarsi alla normativa.

Tra le categorie più colpite ci saranno sicuramente tutti quei lavoratori che utilizzano l’auto aziendale e viaggiano sempre con essa. Coloro che si dovranno adeguare alla nuova regola saranno sia persone fisiche sia persone giuridiche mentre saranno esenti i familiari conviventi, ossia coloro che hanno la residenza nello stesso indirizzo. Come detto precedentemente però non sappiamo con certezza che la questione “nuova normativa” sia ufficiale, anche gli uffici ACI non sanno rispondere alle domande circa la nuova regolamentazione, è per questo che il Ministero dovrà fare chiarezza al più presto.

LEGGI ANCHE:

Nuovo codice della strada: ecco cosa cambia

Nuovo codice della strada: testo al Senato con l’ergastolo della patente

Esame patente: alla scoperta del test di teoria