La nuova Leaf si prepara a sbarcare sulle strade italiane, con tantissime novità. Ieri durante l’anteprima stampa a Milano del nuovo modello 100% elettrico sono state svelate nel dettaglio sia le nuove caratteristiche dell’auto, sia l’offerta di acquisto che verrà proposta nel nostro paese.

Tecnicamente la nuova Leaf ha fatto un salto di qualità enorme, in primis con la batteria di cui è dotata che consente ben 378 Km di autonomia con una singola ricarica. Ma le dimensioni e il peso della nuova batteria, da 40 kWh, sono rimaste le stesse, tutto questo grazie a una nuova formulazione chimica che consente più autonomia senza andare a influire sull’ingombro. Inoltre la nuova Leaf ha una potenza di 110kW (150 CV) e una coppia aumentata a ben 320 Nm che ne ha fatto aumentare l’accelerazione in maniera significativa rispetto al modello precedente.

Ad accompagnare queste novità relative alla batteria, il vero e proprio cuore della nuova Leaf, ci sono poi tre tecnologie che equipaggeranno la vettura: ProPilot, ProPilot Park e e-Pedal.  Vediamole nel dettaglio:

ProPilot: è il sistema di guida assistita targato Nissan che consente di guidare in modo più sicuro e rilassato

ProPilot Park: questa tecnologia è in grado di parcheggiare in modo automo la Nissan Leaf

e-Pedal: la nuova Nissan Leaf potrà essere guidata ricorrendo a un solo pedale che consentirà di accelerare o frenare. Il pedale intelligente si regolerà in base alla pressione del piede. Spingendo su di esso si accelererà, invece quando il piede rilascerà il pedale entrerà in funzione il freno rigenerativo che consentirà di arrestare il veicolo. È comunque presente anche un secondo pedale di emergenza che potrà essere usato soltanto per frenare improvvisamente laddove le condizioni del traffico lo richiedano.

Oltre a queste tecnologie la Leaf si prepara a diventare molto più di una macchina grazie a quella che in Nissan chiamano Intelligent Integration. La nuova Leaf infatti è in grado di collegarsi con la rete elettrica della propria abitazione, o con la rete pubblica e di trasformarsi in un vero e proprio sistema di accumulo, in grado di fornire energia laddove sia necessario.

Veniamo infine al prezzo di vendita. Bruno Mattucci, amministratore delegato di Nissan Italia, e Paolo Matteucci, direttore veicoli elettrici Nissan, hanno più volte rimarcato in conferenza stampa come la nuova Leaf sia meno cara della versione precedente. Ma non solo, infatti confrontandola sia con macchine a benzina o diesel, sia con auto ibride, il costo totale della Leaf diventa altamente concorrenziale, questo grazie a costi di manutenzione ridotti all’osso grazie all’assenza di un motore endotermico, alla gratuità del bollo, ai parcheggi gratuiti sulle strisce blu e all’accesso nelle zone  a traffico limitato. Dunque il costo totale della nuova Leaf, dai 36.360€ si abbassa, grazie a tutti i risparmi citati, ad appena 22.806€.

costi_nuova_leaf

Inoltre Nissan ha studiato un finanziamento che consente di pagare 299€ al mese per portarsi a casa la Leaf, non pagando neppure i costi per le ricariche. Grazie ad un accordo con Enel infatti i clienti che decideranno di acquistare la nuova Leaf non pagheranno per due anni le ricariche della propria vettura collegandosi alle colonnine diffuse sul territorio italiano. Chi invece ha un box auto proprio potrà avere inclusa nel prezzo l’installazione da parte di Enel di un Wall Box che consenta una facile ricarica della propria Nissan Leaf.

Insomma la nuova Leaf ha tutte le carte in regola per dare un impulso significativo alla mobilità elettrica, peccato però che la politica non abbia ancora colto questa opportunità importante varando degli incentivi che possano davvero spingere queste vetture innovative a una diffusione di massa nelle nostre città.