La nuova Nissan Leaf sembra avere tutti i requisiti per segnare un passo avanti importante verso la mobilità intelligente, come confermato dai dettagli sulla nuova generazione della berlina a zero emissioni resi noti dal costruttore giapponese.

La prossima generazione dell’elettrica di casa Nissan arriverà sul mercato nel 2018 e porterà con sé una serie di novità che il costruttore ha già presentato nei mesi scorsi. Si tratta di tecnologie che, insieme ad altre linee guida come una migliorata efficienza ambientale, vanno ad inserirsi nel programma Nissan Intelligent Mobility.

Tra le dotazioni più interessanti della nuova Leaf ci sono ad esempio i sistemi avanzati d’assistenza alla guida ProPilot, l’innovativo e-Pedal, il pedale “smart” che consente di accelerare e frenare senza dover usare acceleratore e freno separatamente come avviene sulle auto odierne, e il ProPilot Park che provvede ad effettuare le manovre di parcheggio in completa autonomia.

Secondo Hiroto Saikawa, Presidente e Chief Executive Officer di Nissan:

La nuova Nissan LEAF incarna la visione strategica Nissan Intelligent Mobility e rafforza la leadership di Nissan nel mercato dei veicoli elettrici ponendo le basi per una ulteriore espansione a livello globale. La nuova Nissan LEAF combina una maggiore autonomia con le più avanzate tecnologie di assistenza alla guida, come il ProPILOT Park e l’e-Pedal, che saranno presenti nei futuri modelli Nissan.

 
Per quanto riguarda la propulsione elettrica, la nuova generazione della berlina dovrebbe garantire una migliore efficienza energetica, con un motore capace di offrire prestazioni brillanti grazie a una potenza di 150 cavalli (110 kW) e ad una coppia di 320 Nm. Abbinate all’unità ci sono poi delle batterie agli ioni di litio con una capacità di stoccaggio aumentata rispetto alla Leaf attuale, tanto che l’autonomia dichiarata è di 378 chilometri con una singola ricarica. Alla fine del prossimo anno arriveranno inoltre una versione ancora più potente e con una percorrenza massima superiore.

Ultima ma non meno importante è la scelta di Nissan di puntare sul nuovo sistema di stoccaggio dell’energia elettrica xStorage che, combinato con la tecnologia V2G (vehicle-to-grid), fa diventare le batterie della vettura degli accumulatori capaci di scambiare l’energia tra il veicolo, l’abitazione e la rete elettrica.