La parola d’ordine della nuova Nissan Leaf è aerodinamicità, su questo si basa gran parte del progetto della nuova vettura ecologica giapponese. Infatti con una aerodinamica migliorata si possono raggiungere altre vette di efficienza, con conseguente possibilità di aggiungere chilometri all’autonomia con una singola ricarica. La linea della prossima Leaf fenderà l’aria dolcemente, sarà in armonia perfetta con questo elemento per permettersi di andare sempre più lontano. Una minore resistenza all’aria e una maggiore stabilità permettono di incrementare i chilometri di possibile percorrenza già prima della ricarica. Gli ingegneri di Nissan si sono ispirati agli aerei per realizzare questa nuova frontiera dell’auto elettrica, utilizzando i principi dei flussi d’aria simmetrici che aiutano a tagliare l’aria per un viaggio più fluido e più efficiente.

Struttura aerodinamica

Potremmo sembrare ripetitivi, ma quello che traspare dal lavoro effettuato dai giapponesi è che l’aerodinamica riveste un ruolo vitale al centro di questo progetto, quindi la sua struttura è fatta per fendere l’aria, come detto, ma al tempo stesso è importante che questa vettura sia sicura e stabile sulla strada, così la nuova Nissan Leaf è stata concepita con un baricentro più basso per ottenere una maggiore aderenza con l’asfalto anche ad alta velocità e in caso di forte vento. Nissan è pioniere e leader della mobilità a zero emissioni con l’introduzione del primo veicolo 100% elettrico di massa, Nissan LEAF, il più venduto al mondo con oltre 277.000 unità, e con la nuova generazione è pronta a scrivere un’altra pagina importante di questa storia. Il futuro è alle porte e Nissan non rimane a guardare ma partecipa attivamente al cambiamento delle quattro ruote.