Nuova Mini Countryman si presenta più grande e in versione ibrida. L’auto sarà svelata a novembre al Salone di Los Angeles 2016 ma la casa ha diffuso le prime informazioni e le prime immagini della seconda generazione della Countryman continuando la scalata al segmento delle vetture compatte premium.

Completamente inedita e sviluppata ex novo sulla stessa piattaforma BMW della Serie 2, si annuncia come la Mini più imponente e versatile di sempre: supera di circa 20 centimetri in lunghezza il modello precedente e di circa 3 centimetri in larghezza. Il passo è stato allungato di 7,5 centimetri mentre l’aumento delle dimensioni offre un’abitabilità migliore nei cinque “veri” con il divanetto posteriore regolabile di 13 centimetri in direzione longitudinale. C’è maggiore spazio per la testa e le spalle del guidatore e del passeggero e incrementa il volume del bagagliaio, 450 litri che con i sedili abbassati può arrivare fino a 1.390 litri, per una crescita massima di 220 litri.

Nuova Mini Countryman rappresenta il primo modello del marchio disponibile anche con propulsore ibrido plug-in, che nella variante Cooper S E Countryman All4 offre un’autonomia nella guida esclusivamente elettrica di 40 chilometri fino alla velocità massima di 125 km/h. Il motore elettrico da 65 kW/88 CV lavora insieme al motore tre cilindri a benzina, che eroga 100 kW/136 CV per una potenza complessiva di 224 CV. Il consumo di carburante misurato nel ciclo combinato di prova UE è di 2,1 litri per 100 chilometri con emissioni di CO2 di 49 grammi per chilometro.

Gli altri propulsori sviluppati completamente ex novo sono due unità a benzina (3 cilindri 1.5 da 136 Cv e 4 cilindri 2.0 da 192 Cv) e due a gasolio (4 cilindri 2.0 da 150 e 190 Cv) tutte con tecnologia TwinPower. In alternativa al cambio manuale a sei rapporti la nuova Mini Cooper Countryman viene offerta con il cambio Steptronic a sei rapporti mentre il cambio Steptronic a otto rapporti è disponibile come optional per la nuova Mini Cooper S Countryman e la nuova Mini Cooper D Countryman. La trazione integrale ALL4 è disponibile a richiesta per tutte le varianti di modello mentre il controllo elettronico del sistema è interconnesso alla regolazione della stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control).

L’asse anteriore MacPherson e asse posteriore multilink presentano costruzione a peso e rigidità ottimizzati e una taratura specifica del modello. Completa il quadro lo sterzo elettromeccanico con funzione Servotronic e il sistema di regolazione della stabilità di guida DSC. Offerto come optional Dynamic Damper Control insieme agli ammortizzatori a regolazione elettronica che possono essere attivate due mappature attraverso Mini Driving Modes. Un comando a rotella alla base della leva del cambio o del selettore di marcia consente di selezionare la taratura della vettura nelle tre modalità MID, SPORT e GREEN. Disponibili l’azionamento elettrico del cofano del bagagliaio, apertura e chiusura touchless del cofano del bagagliaio e il MINI Picnic Bench, utilizzabile come comodo posto a sedere sul bordo del bagagliaio e all’aperto.

Lo strumento centrale per la prima volta con funzione touchscreen mentre l’equipaggiamento di serie della nuova Mini Countryman comprende la radio MINI Boost con display a quattro righe nello strumento centrale e l’impianto vivavoce per il telefono via Bluetooth. A livello di infotainment, oltre al programma di In-Car-Infotainment, il sistema Mini Connected si presenta come l’assistente personale alla mobilità che aiuta il guidatore nella pianificazione della sua mobilità individuale in base agli appuntamenti di calendario e considerando i dati attuali sul traffico. Nuova Mini Countryman sarà in vendita a febbraio 2017 a un prezzo di listino ancora da stabilire.