Nuova edizione della Mini Countryman, la prima Mini a cinque porte, dotata di un grande portellone posteriore, di cinque posti e dell’optional trazione integrale. Gli aggiornamenti puntano a ribadire la mobilità versatile della compatta premium, venduta già in oltre 350.000 esemplari. La vettura, scelta principalmente da chi ha uno stile di vita attivo, presenta interventi mirati sul design ed incremento delle prestazioni a fronte di un consumo di carburante ed emissioni ridotti. Aumenta la potenza della nuova Mini Cooper S Countryman mentre vengono lanciate tutte le varianti di modello, inclusa la dinamica top di gamma Mini John Cooper Works Countryman, nel luglio 2014.

Il forte accento posto sulle dimensioni e le proporzioni si unisce a una calandra esagonale del radiatore ridisegnata e il suo andamento
verticale sottolinea la presenza del modulo frontale; in combinazione con la trazione integrale MINI ALL4 sono di serie sia le barre decorative della grembiulata anteriore e posteriore che dei longheroni laterali sottoporti, entrambi offerti come optional per tutte le altre varianti di modello. I nuovi cerchi in lega sono alleggeriti e l’aerodinamica ottimizzata mentre come optional sono disponibili i pneumatici a bassa resistenza al rotolamento. Nuove colorazioni esterne Jungle Green metallizzato, Mi night Grey metallizzato e Star light Blue metallizzato si affiancano ad ulteriori offerte di personalizzazione come le tinte a contrasto per il tetto e le calotte degli specchietti retrovisori esterni, le strisce per il cofano motore e Sport Stripes nonché un optional offerto per la prima volta da Mini, il look esterno in Piano Black.

All’interno Mini promette un’ottimizzazione del comfort acustico con un accento sulle caratteristiche premium e regolazione dell’aerazione con decorazioni cromate. I sedili posteriori sono regolabili in lunghezza di 13 centimetri, mentre gli schienali (ad inclinazione regolabile) sono ribaltabili nel rapporto 40:20:40 con un volume del bagagliaio ampliabile da 350 a 1170 litri. Ampia la gamma di motorizzazioni con motori quattro cilindri a benzina e quattro cilindri diesel, tutti Euro 6. Per la Mini Cooper S Countryman aumento della potenza di 5 kW a 140 KW (190 CV) ma grazie alla tecnologia Minimalism e al perfezionamento delle caratteristiche di aerodinamica, mantiene inalterato il consumo di carburante e le emissioni. Il cambio manuale a sei marce è di serie ma è disponibile il cambio automatico a sei rapporti offerto come optional.

La protezione degli occupanti è garantita da un concetto di sicurezza omnicomprensivo con un equipaggiamento di serie nei campi sicurezza attiva e passiva, che include adesso anche il controllo della pressione pneumatici delle singole ruote e la luce diurna assicurando alla Countryman il massimo punteggio di 5 stelle nei test Euro NCAP. Numerosi gli optional per aumentare il divertimento di guida, elevare il comfort ed assicurare il massimo livello di personalizzazione: dalle nuovi nuove luci fendinebbia a LED ai proiettori allo xeno ed Adaptive Light Control fino al tetto panoramico in vetro e al sistema di navigazione Mini. Per gli amanti del racing, disponibile il volante sportivo in pelle con paddles e il volante multifunzione con regolazione della velocità.

LEGGI ANCHE

Mini Superleggera Vision: roadster elettrica che coniuga tradizione e modernità

Mini Paceman: il restyling della coupè al Salone di Pechino

Nuova MiniCountryman: a New York il restyling del crossover

Mini Paceman GoalCooper: auto da veri calciofili

Mini Clubman Concept: nuova classe in funzione dell’eleganza

Nuova Mini Cooper: la “piccola” inglese diventa più grande