Rivisitazione totale per i Coupé a quattro porte di Mercedes-Benz, CLS e CLS Shooting Brake. Dieci anni fa la casa di Stoccarda debuttava con la CLS coniugando l’eleganza e dinamismo di un coupé con il comfort e la funzionalità di una berlina. Ora i progettisti hanno cercato di rendere il design della nuova generazione di CLS ancor più dinamico grazie ad una nuova mascherina del radiatore Matrix, un incisivo paraurti anteriore con grandi prese d’aria, i nuovi gruppi ottici posteriori scuri con sistema di attenuazione dell’intensità luminosa e i fari Multibeam LED (disponibili su richiesta al posto dei LED High Performance).

Questa tecnica è in grado di adeguare al meglio istantaneamente e automaticamente la distribuzione della luce a qualsiasi situazione del traffico assicurando non soltanto luci di profondità regolabili con velocità e precisione ma anche di illuminare la carreggiata e i margini della strada con maggiore chiarezza senza abbagliare gli altri automobilisti. Altrettanto unica è la funzione di assistenza alle rotatorie, che prima dell’ingresso in una rotatoria attiva i moduli di assistenza alla svolta a sinistra e a destra, per assicurare anticipatamente la massima visibilità possibile su tutti i lati.

Gli interni, si arricchiscono di nuovi dettagli frutto di una manifattura artigianale che punta a coniugare il concetto di modern luxury ad una rinnovata sportività. Il display di 8″ a colori sospeso sulla head unit caratterizza il look moderno insieme al nuovo volante sportivo a tre razze. Oltre ai pacchetti di personalizzazione AMG Line Plus, AMG Line e Night (disponibili entro fine anno), gli utenti potranno scegliere fra cinque tonalità per gli interni, sei tipologie di inserti e varie qualità di pellami con numerose possibilità di personalizzazione.

Cinque i motori disponibili per la CLS di nuova generazione, tutti Euro 6. Una novità è rappresentata dal 220 BlueTEC, diesel a quattro cilindri ad iniezione diretta common rail di quarta generazione, sovralimentato con turbocompressore a gas di scarico che eroga una potenza di 170 CV e una coppia massima di 400 Nm. Alla versione del 250 BlueTEC (204 CV e 500 Nm) si affianca il più potente V6 350 BlueTEC da 258 CV e 620 Nm. Nuovo anche il propulsore a benzina (3,5 litri) a sei cilindri della CLS 400 con biturbo a gas di scarico da 333 Cv e 480 Nm che arriva quasi a competere con il top di gamma allestito sulla CLS 500, 408 Cv e 600 Nm. In futuro arriveranno le quattro versioni a trazione integrale permanente mentre chi è a caccia di prestazioni estreme c’è il V8 biturbo AMG da 5,5 litri che può arrivare fino a 585 CV e 800 Nm di coppia.

Il cambio automatico a nove rapporti 9G-TRONIC con convertitore di coppia idrodinamico è il primo al mondo disponibile nel segmento Premium e sarà adottato sui modelli 220 BlueTEC, 250 BlueTEC, 350 BlueTEC e 500 e permetterà di ridurre il consumo di carburante, incrementando contemporaneamente il comfort di innesto e l’agilità. Per quanto riguarda la sicurezza, è di serie il Collision Prevention Assist Plus, dispositivo in grado di prevenire i tamponamenti, intervenendo con una frenata autonoma. Disponibili come optional il Distronic Plus con sistema di assistenza allo sterzo e Stop&Go Pilot, il Bas Plus con sistema di assistenza agli incroci, il sistema frenante Pre-Safe con riconoscimento dei pedoni, il riconoscimento automatico dei segnali stradali e il Park Assist con Parktronic.

Su tutti i modelli sono presenti i nuovi e molteplici servizi online di Mercedes connect me con la scelta tra i sistemi di Infotainment Audio 20 CD o Comand Online per la navigazione.

LEGGI ANCHE

Valore residuo auto: Mercedes-Benz è il marchio più stabile nel tempo

Mercedes-Benz Milano: partner d’eccezione di MITO

La nuova Mercedes-Benz Classe V