La nuova Mercedes-Benz GLC è stato presentato al Salone di Francoforte 2015. Il SUV di media taglia della Stella destinata a sostituire la fortunata GLK, modello che in sette anni ha venduto 650.000 unità e ora punta entrare in competizione con Audi Q5 e Bmw X3. Costruito sulla base della nuova piattaforma modulare Mra (Modular Rear Architecture), su cui si basa la Mercedes Classe C, conferma il recente linguaggio stilistico dalla Stella con il frontale tipico dei SUV di Mercedes-Benz, con lo sbalzo corto ed incisivo, la mascherina del radiatore verticale e tridimensionale dotata di doppia lamella e Stella Mercedes centrale. Non mancano i fari ben pronunciati, disponibili a richiesta in versione LED High Performance. Il paraurti con protezione del sottoscocca integrata è offerto in tre varianti: oltre a quella base, sono disponibili una versione ottimizzata per la guida in fuoristrada, con un angolo di attacco maggiore, ed una versione AMG particolarmente sportiva.

Il passo è più lungo di 118 mm e dona a GLC un profilo elegantemente slanciato mentre i cerchi possono raggiungere le dimensioni di 50,8 cm (20″) e il predellino laterale (disponibile a richiesta) sono chiari indizi delle doti fuoristradistiche di GLC. Rispetto al predecessore pesa circa 80 kg in meno nonostante le dimensioni maggiori: la la lunghezza, 4,66 m, risulta aumentata di 13 cm mentre il bagagliaio dispone di una capienza di 580 litri, aumentabili a 1.600 con i sedili posteriori abbattuti. La coda è caratterizzata da larghe spalle muscolose, dallo sviluppo orizzontale delle linee dei contorni e dai gruppi ottici a LED divisi. Come nel frontale, anche il paraurti è disponibile in diverse versioni. Grazie ad un’arguzia tecnica, viene a mancare la consueta aletta sul tetto: tutte le antenne sono infatti integrate negli specchietti retrovisori esterni e nello spoiler sul tetto.

Il cambiamento radicale è anche nell’abitacolo, dove prevale un’atmosfera moderna paragonabile a quella del fratello maggiore GLE: materiali di fattura artigianale come la pelle Nappa o gli inserti in legno, e dettagli rifiniti con estrema cura creano un’ambiente confortevole a ci si aggiunge la comodità per i passeggeri e per i bagagli, incrementata in modo significativo e ulteriormente accentuata dall’ampio tetto panorama in vetro (disponibile a richiesta). Elementi chiave dell’abitacolo completamente rivisitato sono la plancia portastrumenti e la consolle centrale dalle linee filanti, la cui parte superiore è un unico pezzo di generose proporzioni che si inarca elegantemente dalle bocchette centrali fino al bracciolo. L’innovativo touchpad di nuovo sviluppo, collocato nel poggiamano sopra il comando a manopola/pulsante, si integra perfettamente dal punto di vista ergonomico nella consolle centrale.

Le tinte carrozzeria previste sono nove (pastello o metallizzate), più tre tonalità marrone citrino magno, bianco diamante “Bright” e rosso giacinto metallizzato. Al momento del lancio, la gamma della nuova Mercedes-GLC si articola su quattro motorizzazioni, tutte equipaggiate con la trazione integrale permanente 4Matic: Glc 220d 4Matic da 170 CV, Glc 250d 4Matic da 204 CV, di Glc 250 4Matic benzina da 211 CV e Glc 350 e 4Matic, a propulsione ibrida Plug-in da 211 + 116 CV (entro fine 2015). In Italia, la nuova Mercedes-Benz GLC viene proposta su cinque linee di allestimento: “Executive“, la versione di ingresso alla gamma; “Business”, “Sport”, “Exclusive”, “Premium”. I prezzi, comunicati da Mercedes, partono dai 47.940 euro della Mercedes Glc 220d 4Matic fino ai 56.850 euro della ibrida in versione Premium.