Alberto Vitaloni e Fausto Gresini sono arrivati di gran carriera al Politecnico di Milano per presentare la moto che disputerà il prossimo campionato. Una stagione, quella del 2012, che lo staff della Honda Gresini userà per ripartire dopo l’incidente di Simoncelli

L’ambizione è tanta, ma soltanto perché ad animarla ci sono lo sviluppo tecnico e la passione per il motociclismo, cuore e ferro per dirla con un altro slogan. La Honda Gresini ha bisogno di nuovi stimoli, di risposte chiare dalle piste del MotoGp.

Quest’anno si affiderà ad Alvaro Bautista nella classe regina ma ci sono buoni progetti anche CRT e Moto 3 dove correranno rispettivamente Michele Pirro con la FTR con motore Honda CBR1000 RR e Niccolò Antonelli con la Honda NSF250R.

Così come continua la dedizione della squadra al motociclismo con impegno nella progettazione da parte dei tecnici e nell’allenamento da parte dei piloti, allo stesso modo dura l’accordo tra Gresini e San Carlo per diffondere tra i giovani la passione per il motociclismo.

Proprio per questo motivo la vettura è stata presentata nella giovane cornice universitaria del Politecnico milanese, con tanto di incontro dal tema “Tecnica e Passione”.

Gresini ricorderà l’incontro per le emozioni che i ragazzi gli hanno saputo trasmettere con la curiosità. Nella dichiarazione a caldo il patron della Honda Gresini ha ringraziato pubblicamente il presidente della San Carlo Vitaloni.