Non è un segreto che la Ford Focus fosse un successo mondiale (i dati della casa parlano di un modello prodotto ogni 90 secondi) ed era lecito dunque aspettarsi un’elevata attenzione al nuovo modello da parte dell’Ovale Blu (non è un restyling). Il risultato finale è sicuramente apprezzabile: ingegneri e designer sono riusciti a rinnovare la Focus senza tralasciare nessun particolare. Esternamente il frontale è rinnovato e richiama il nuovo stile inaugurato sulla Fiesta; dietro, invece, la linea diventa più sinuosa. Molto azzeccati i colori: il grigio, tipicamente un colore di successo in Italia, colpisce per i suoi riflessi ma anche il blu e il rosso, tinte forte e giovani, promettono di conquistare la clientela. La nova Focus presenta sedili in pelle e tessuto (disponibili anche interamente in pelle) che rendono gli interni eleganti ma allo stesso tempo sportivi. Molto comodo il vano porta bottiglie sotto il poggia-gomito che può accogliere diversi formati senza interferire con la leva del cambio. Il bagagliaio è capiente e comodo per il carico, oltre a essere rivestito con cura e a presentare la cappelliera di tipo rigido.

Le prime caratteristiche che colpiscono sono la silenziosità e il comfort di marcia: i 400 km percorsi, sui tornanti dell’entroterra dell’Andalusia, sono filati via in fretta nonostante le continue salite e discese costringano a tenere alta l’attenzione alla guida. Un aiuto arriva sicuramente dal nuovo sistema Sync2, migliorato rispetto al precedente e che riduce drasticamente il numero dei tasti da premere. Il display da 8 pollici touch screen domina al centro del plancia, ben disegnata e assemblata con estrema precisione con plastiche di ottimo livello. Oltre all’utilizzo touch, il guidatore ha possibilità di dare gli input attraverso un comando vocale che mostra un livello di tolleranza della pronuncia molto più alto della media (ad esempio si può impostare una canzone dal titolo in inglese senza dover essere per forza madrelingua). La comodità del comando vocale è evidente soprattutto usando il navigatore: inserendo la destinazione, infatti, è possibile pronunciare tutto l’indirizzo senza dover scandire città, via e numero civico in step diversi. Stesso discorso per la temperatura interna dell’abitacolo, regolabile pronunciando semplicemente il numero dei gradi desiderati. Il display diviso in 4 rende immediatamente disponibili le funzioni preferite come, navigatore, temperatura interna bi-zona, fonte audio, display del telefono e set-up della vettura.

La nuova Focus sarà la prima auto europea ad installare il controllo dinamico della stabilità nei cambi di direzione ‘Enhanced Transitional Stability’ (ETS), un sistema predittivo che analizza le condizioni di guida ed interviene in anticipo rispetto ad una possibile perdità di controllo da parte di chi guida. Sarà anche la prima Ford a offrire un sistema di parcheggio semiautomatico in grado di effettuare le manovre anche a pettine mentre il sistema di frenata automatica in città, Active City Stop, è ora attivo fino a 50 km/h (rispetto ai 30 km/h della versione precedente). Simile funzione quella del Pre-Collision Assist, predisposto per funzionare a velocità superiori, per esempio in autostrada. Disponibile anche la tecnologia MyKey, la chiave programmabile che permette ai genitori di configurare alcune caratteristiche dell’auto quando la prestano ai figli.

Tra le innumerevoli versioni disponibili, ne abbiamo testate due: la Station Wagon 2.0L TDCi da 150 cavalli, notevole per spunto e ripresa ai bassi regimi (con consumi che non si allontanano dai 4,0 l/100 km dichiarati dalla casa) e il 1.5 EcoBoost da 182 CV (consumi che stazionano intorno ai 5,9 km dichiarati) che arriverà in primavera, entrambi Euro 6 e disponibili con il cambio automatico. Arriverà anche una versione ST (già vista al Festival di Goodwood) che, oltre al benzina EcoBoost 2.0 da 250 CV, offrirà per la prima volta anche una brillante versione diesel 2.0 da 185 cavalli.

Sostanzialmente due le linee di vendita, una dedicata al mondo dei professionisti ed una più articolata dedicata ai consumer. A parità di allestimento la nuova Ford Focus, al lancio, costerà 750 euro meno rispetto alla versione ora in vendita. I prezzi di listino partono da 18.750 euro IVA compresa per la versione Plus per arrivare ai 28.750 euro della versione Titanium. Ci vogliono 1.000 euro in più, indipendentemente dall’allestimento, per la versione Station Wagon e 1.500 euro in più per il cambio automatico.

LEGGI ANCHE

Ford Edge 2015: foto, video e dettagli del nuovo SUV

Nuova Focus EcoBoost 1.0: il debutto del 3 cilindri di Ford

Ford EcoSport test drive esclusivo: il video di Leonardo.it

Nuova Ford Mustang 2014: foto e video dal Salone di Ginevra