Quando una vettura di Formula 1 viene presentata, le aspettative sono sempre tante, tutti sono carichi e fiduciosi. Il lavoro di molte persone, le speranze di tanti tifosi in tutto il mondo vengono concentrate in quell’attimo: il momento in cui il telone viene sollevato e si scopre la monoposto.

Presentazione: rivivi lo show da Maranello: ecco il racconto della mattinata con TUTTE LE FOTO.

Questa mattina la Ferrari ha svelato al mondo la F138, attraverso la quale cercherà con tutte le forze di riprendersi il titolo mondiale, che manca dal 2007. Il presidente Luca Cordero di Montezemolo è stato prodigo di parole, per incitare tutta la squadra a correre più forte della Red Bull, della McLaren, più forte di tutti gli altri. Questa è la sintesi del suo intervento:

“Ricordando quando Agnelli presentò la macchina con noi e Schumacher, mi viene la pelle d’oca. Se oggi c’è un’azienda forte che guarda avanti, lo dobbiamo anche all’avvocato Agnelli e ad Enzo Ferrari. In giornate come queste c’è speranza e anche consapevolezza. Voglio ringraziare le persone che hanno lavorato a questa macchina, a tutti i livelli. Dietro questa macchina c’ è tanto lavoro, tanta competenza e tante persone che ce la mettono tutta”.

TWITTER: tantissimi tweet con hashtag #live138.

Montezemolo ha poi proseguito: “Dentro questa macchina ci sono tante aziende d’eccellenza, per un’azienda d’eccellenza come la Ferrari. Per sottolinerare una Ferrari oggi presente in 60 paesi del mondo, abbiamo voluto ulteriormente avere la bandiera italiana sulla nostra macchina, perché la forza di questa azienda, che esporta oltre il 95% dei suoi prodotti, è per noi l’essere orgogliosi di questo Paese, delle nostre radici, della passione, della competenza e le eccellenze dell’Italia, di cui ci sentiamo orgogliosi. Veniamo da un anno in cui un pilota ha fatto una stagione straordinaria, supplendo ad una vettura non sempre competitiva, e altre volte tirando fuori dalla vettura tutto quello che aveva. Dobbiamo ringraziare Fernando Alonso per questa stagione straordinaria. Mi aspetto anche da Felipe Massa una grande stagione”.

La conclusione del presidente della Ferrari: “Oggi c’è la stessa nebbia di quando presentammo la macchina nel 1997. Quell’anno fu l’inizio della grande risalita. Ma noi dobbiamo guardare avanti. Il futuro della Formula 1 è per noi molto importante, per quanto riguarda anche il trasferimento di tecnologie alla produzione in serie. Va bene correre, vincere, ma noi corriamo per sviluppare una tecnologia poi trasferibile sulla produzione, che è il nostro core business. Noi costruiamo automobili eccezionali, non satelliti o aerei supersonici. Noi abbiamo fortemente usato la tecnologia di Formula 1 per le vetture di serie. Tutto questo si completa con la prossima presentazione dell’erede della Enzo, che sarà una vettura ibrida, che comprende quel Kers che noi abbiamo fortemente voluto”.

LINK UTILI FORMULA 1 FERRARI F138:

Nuova Ferrari F1 2013: a Maranello hanno tolto i veli alla Rossa, la fotogallery

Ferrari F1 2013: si chiama F138 la nuova creatura di Maranello

Ferrari F1 2013: in attesa della F138, a Maranello arriva Alex Zanardi

Nuova Ferrari F1 2013: scalino via, per la F138 primo sponsor cinese