L’Audi sta per completare il rinnovamento della gamma con un pezzo da novanta, ovvero la nuova A4, una delle vetture premium più apprezzate della sua categoria, capace di mettere in difficoltà un’auto del calibro della BMW Serie 3 e di non avere timori reverenziali nemmeno nei confronti della nuova Mercedes Classe C.

Anche se la sua linea risulta ancora attuale, l’Audi A4 sarà rinnovata completamente entro settembre, quando farà la sua comparsa al salone di Francoforte, precisamente nella giornata del 12, la prima riservata alla stampa, come ha rivelato il capo dello sviluppo tecnico di Audi, Ulrich Hackenberg, ad Indian Autos Blog.

Ovviamente, questo comporta che le immagini di rito, quelle che ne sveleranno completamente l’aspetto, saranno online già dal mese di agosto, quando verranno anticipati, in parte, anche i contenuti della vettura.

La nuova A4 dovrebbe essere realizzata a partire dalla piattaforma MLB di seconda generazione, che dovrebbe consentirle di essere più leggera, nonostante il previsto incremento delle dimensioni, indispensabile per distinguersi ulteriormente dalla variante berlina della sorella minore A3.

La famiglia di propulsori, in base a quanto è stato riportato di recente dai media spagnoli, dovrebbe annoverare unità a benzina 1.4 TFSI, con potenze che vanno dai 150 CV ai 180 CV, motori 2.0 TFSI da 225 CV a 245 CV ed un 3.0 TFSI da 272 CV. Tra i diesel invece, le proposte dovrebbero spaziare dal 1.6 TDI da 120 CV fino ad arrivare al 3.0 TDI da 260 CV, passando attraverso i 2.0 TDI da 125 CV a 220 CV. Non mancherebbero nemmeno le varianti ibride come il 2.0 TFSI da 225 CV abbinato ad un motore elettrico da 35 CV ed il 2.0 TDI da 190 CV deputato a lavorare in sinergia con 2 motori elettrici che forniscono ulteriori 136 CV.

In seguito alla nuova Audi  A4 berlina, sarebbe previsto l’arrivo della versione wagon, poi quello della famiglia A5, con tutte le varianti di carrozzeria del caso e, successivamente, l’entrata in listino della nuova, cattivissima RS4, che dovrebbe passare dal V8 aspirato da 4,2 litri ad un 6 cilindri sovralimentato come vogliono le ultime tendenze.