Il week-end passato che ha visto trionfare la Williams di Maldonado è stato un momento interessante anche per gli osservatori che hanno cercato di riassumere tutte le novità tecniche portate in campo dalle scuderie. La più attiva resta la Ferrari di Maranello. 

A Maranello i tecnici hanno lavorato sodo e la monoposto di Alonso e Massa si può dire che sia quasi perfetta, sicuramente ha guadagnato in competitività tanto da piazzarsi sul secondo gradino del podio. La F2012 si è mostrata al grande pubblico con molte novità.

La prima sicuramente è relativa agli scarichi, ma bisogna considerare anche la nuova ala posteriore molto simile a quanto già fatto dalla McLaren, il disegno delle paratie laterali, il nuovo fondo e dei deviatori di flusso laterali completamente inediti.

Anche le altre squadre hanno avuto il loro bel da fare. La scuderia di Grove che ha conquistato il gran premio spagnolo, per esempio, pur avendo testato gli scarichi al Mugello, non li ha montati, mentre ha mostrato le paratie laterali e il profilo digradante.

La McLaren, invece ha sperimentato e montato il nuovo muso, due appendici sulle pance e uno scalino posizionato sul telaio. Per la Red Bull c’è stata qualche novità in tema di scarichi ma per Newey il lavoro verso la perfezione è ancora lungo.