Dopo la rielezione di Chavez, la riconferma di Maldonado alla Williams sembra ancora più vicina. Il presidente venezuelano, infatti, è il primo supporter del pilota, sia dal punto di vista sportivo, sia dal punto di vista economico. La situazione non piace di certo a Bottas. 

Nelle ultime settimane si è parlato molto della riconferma di Maldonado alla Williams ma sembra che siano stati sciolti tutti i dubbi sul suo ingaggio dopo la rielezione di Chavez alla presidenza del Venezuela.

I dubbi sulla riconferma erano legati al fatto che le prestazioni di Maldonado sono state molto incerte. Sicuramente ha brillato in Spagna aggiudicandosi una vittoria importante, ma poi ha collezionata una serie di risultati “zero punti” che hanno fatto vacillare la stima nel suo stile di guida.

Ritiri, guasti e qualche errore di troppo con la consapevolezza di aver al fianco due compagni di squadra d’eccezione: il primo è Bruno Senna che ha assottigliato parecchio la distanza dal compagno di squadra nella classifica iridata. E poi c’è anche Valterri Bottas, il terzo pilota della Williams che sperava in un contratto un po’ più consistente.

A Suzuka, invece, Maldonado si è aggiudicato ben 4 punti, niente di che, ma è stato un risultato importante in vista del rinnovo del contratto e si soltanto aggiunto alla consapevolezza che con Chavez presidente, sarà tutto più semplice.