Novità car2go - Dal 15 settembre 2016 car2go modifica le condizioni generali di contratto, così come il nuovo regolamento tariffario. Presto saranno introdotti i nuovi modelli smart all’interno della flotta: la sostituzione completa avverrà entro metà di ottobre, quando la flotta sarà composta da 750 nuove fortwo, cui si aggiungeranno 50 smart forfour che fa il suo esordio nel servizio del car sharing. A breve, inoltre, la tessera car2go non sarà più operativa e tutto il processo di noleggio avverrà tramite smartphone.

Diminuisce il tempo di prenotazione delle vetture che sarà di 20 minuti invece di 30, ma scende anche la quota di iscrizione: le tariffe car2go prevede un importo una tantum di 9 euro (rispetto ai 19 euro precedenti) mentre sono confermate le tariffe di noleggio con 0,29 euro al minuto di guida o sosta mentre scende il costo di un’ora di noleggio: da 14,90 euro a 13,99. La novità più importante riguarda però i km di noleggio inclusi che quadruplano passando da 50 a 200, una scelta che punta ad aumentare i noleggi più lunghi e dovuta anche all’introduzione delle smart forfour.

Ma tra le novità car2go c’è il divieto assoluto di utilizzare i veicoli nel Sud d’Italia con la sola eccezione del Molise come si legge nella nota “per effettuare viaggi in Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia o per effettuare viaggi all’estero”. Finora valeva solo il limite nazionale con una penale di 250 euro. Confermate, invece, le tariffe massime per 24 ore di noleggio (59 euro), la tariffa aeroporto e quella di fine noleggio in zone a tariffazione aggiuntiva (4,90 euro in entrambi i casi).

Invariate le penali: franchigia fino a 500 euro per danni volontari, furto o perdita del veicolo, e una franchigia di 100 euro per danni a terzi a seguito di sinistro. La più salata resta quella di 1.000 euro per aver lasciato che soggetti terzi diversi dal cliente guidassero il veicolo ma anche la perdita della chiave (350 euro), il parcheggio in spazi privati e coperti/interrati costa caro (250 euro) e la penale per viaggi all‘estero (250 euro).

Entro il 14 settembre 2016 i clienti car2go possono decidere di obbiettare ai nuovi termini e condizioni generali di contratto di car2go Italia e fare ricorso. In caso di mancata comunicazione entro tale data, i nuovi termini e condizioni saranno considerati accettati.