I moderni sistemi multimediali delle automobili consentono di fare molte cose. Ma quando non serve fare una telefonata o seguire la mappa del navigatore, l’utilizzo principale dell’apparato, ancora oggi, è quello dell’ascolto di musica. Tuttavia le emittenti radiofoniche non sempre trasmettono i generi che preferiamo; e le nostre chiavette o schede (o anche i vecchi cd) si esauriscono in fretta.

Le applicazioni per internet radio esistono da diverso tempo per i dispositivi mobili. Nokia offre il suo Mix Radio per i propri smartphone Lumia. E ora ha sviluppato la trasposizione di questi servizi per gli impianti di serie delle automobili.

L’azienda finlandese ha scelto la recente edizione del salone di Francoforte per illustrare agli addetti ai lavori questa nuova opportunità. La redazione di Leonardo ha incontrato al salone tedesco Tom Erskine, direttore commerciale della divisione intrattenimento alla Nokia. Potete vedere la sua intervista nel video qui sotto. Più in basso trovate la trascrizione in italiano.

Oggi illustriamo il trasferimento di Nokia Mix Radio dal Lumia al sistema dell’automobile, insieme ai nostri amici di Here – ha esordito Erskine - Noi pensiamo che in un’auto ci siano almeno un paio di esperienze veramente importanti: la navigazione, assolutamente critica, e l’ascolto della radio“.

Crediamo con forza di aver migliorato la radio per l’età digitale portando i servizi nell’automobile – prosegue Erskine – fornendo ai clienti la possibilità di selezionare migliaia di playlists da un archivio composto da milioni di canzoni. Gli appassionati possono scegliere la musica che vogliono, senza messaggi pubblicitari e con la facoltà di saltare le tracce“.

Il manager inglese ha aggiunto: “Per noi Nokia Mix Radio è la perfetta evoluzione dell’esperienza di ascolto della radio in auto per la generazione digitale. Attualmente è disponibile come app sui Nokia Lumia in 28 nazioni. E oggi siamo veramente entusiasti di poter presentare il Nokia Mix Radio for cars al salone di Francoforte, insieme ai nostri amici di Here“.