Si è chiuso un 2015 di grandi numeri per Nissan, che grazie a quote mercato superlative soprattutto in Italia, Spagna, Germania e Francia è risultato il primo marchio asiatico automotive in Europa.

L’Italia è stato un traino per Nissan, che ha chiuso con una quota mercato del 3,7%, la più alta di sempre, risultando anche leader nel settore dei veicoli elettrici e Qashqai è stato il veicolo che ha superato più velocemente i 2 milioni di unità prodotte nel Regno Unito.

Numeri confermati dalle 715.623 immatricolazioni avvenute nel 2015 nel nostro paese e le 61.823 unità vendute solo nel mese di dicembre. In tutto il continente europeo, invece, Nissan ha raggiunto una quota di mercato pari al 4,0%, mantenendo la quota record del 2014. Questo importante risultato segna un aumento del 50% dai livelli del 2009 dove la quota di mercato era pari al 2,7%. Insieme al brand Datsun la quota di mercato è oggi del 4,2%.

Le vendite europee sono state trainate da Qashqai, Juke e X-Trail, bene anche la Nissan Pulsar prodotta presso lo stabilimento di Barcellona. Senza dimenticare la Nissan LEAF, che guida il segmento dei veicoli elettrici a livello globale e ha venduto più di 15.000 unità in Europa, in linea con le vendite del 2014.

Vendite europee migliori di sempre, in aumento del 50% in 6 anni; vendite dei veicoli elettrici migliori di sempre, con 15.600 LEAF vendute in Europa e 4.251 nuovi e-NV200; vendite dei Crossover oltre 424.000 unità e quota di mercato record in Italia, Spagna, Germania e Francia.

Guillaume Cartier, Senior Vice President Sales e Marketing di Nissan Europa: “Il brand e la gamma di veicoli Nissan sono molto forti, più coesi e più emozionanti che in qualsiasi momento della nostra storia. Abbiamo spinto oltre tutti i confini e con la nostra nuova iniziativa della Customer Promise, basata sulle ultime tecnologie, abbiamo dimostrato il nostro impegno nel voler garantire sempre di più ai nostri clienti – più scelta, più innovazione e più prodotti inediti ed emozionanti”.