Se compri una Nissan Leaf, puoi avere due anni di ricarica gratuita. La casa nipponica ha lanciato la promozione “No Charge to Charge” per tutti i clienti della zona di Denver. A tutti coloro che acquistano una nuova Nissan Leaf 100% elettrica presso un rivenditore certificato di quest’area, il programma offre due anni di ricarica gratuita presso le strutture pubbliche.

“Nissan LEAF è una scelta particolarmente interessante per gli acquirenti di auto della città di Denver perché è divertente da guidare e permette di ridurre in maniera significativa i costi rispetto a una vettura alimentata a gas – ha dichiarato Andrew Speaker, Direttore Electric Vehicle (EV) Sales & Marketing, Nissan -. Le postazioni di ricarica per i veicoli elettrici sono in continua espansione nella città di Denver e l’accesso gratuito alla ricarica pubblica per i nuovi possessori di LEAF contribuisce a rendere ancor più conveniente e vantaggioso l’utilizzo di un veicolo elettrico.”

L’iniziativa “No Charge to Charge” è stata lanciata presso i concessionari Nissan Leaf di Denver il 2 giugno 2015. La promozione include l’accesso alle colonnine di ricarica rapida, in grado di ricaricare la batteria LEAF da zero fino all’80% in soli 30 minuti, e alle colonnine di livello 2 (240 V) presenti in tutta l’area di Denver. Ad oggi Nissan ha lanciato l’iniziativa “No Charge to Charge” in 16 aree degli Stati Uniti, tra cui San Francisco, Los Angeles, Sacramento, San Diego, Fresno, Seattle, Portland, Chicago, Atlanta, Indianapolis, Nashville, Phoenix, Dallas-Ft. Worth, Houston e Washington DC.

L’obiettivo è quello di estendere la promozione a un totale di almeno 25 mercati degli Stati Uniti entro la fine dell’anno. Con più di 178.000 unità vendute nel mondo e oltre 78.000 solo negli Stati Uniti, Nissan Leaf è l’auto elettrica più venduta al mondo. Secondo uno studio condotto da un gruppo di esperti in antropologia e commissionato da Nissan Motor (GB) Limited, ogni famiglia che sposa la mobilità elettrica potrebbe risparmiare oltre 24 euro al mese fino a un massimo 3.300 euro all’anno (qui i dettagli).