L’Amministratore Delegato di Nissan Italia, Bruno Mattucci, ha annunciato gli eccellenti dati di vendita del 2015 puntando anche il dito sui piani per il 2016 dell’azienda, tra crossover, veicoli elettrici e l’avvio della “roadmap” della guida autonoma.

Il 2015 si è chiuso, per il ramo italiano dell’azienda giapponese, con il sorriso sulle labbra: quota di mercato in crescita, consegna di auto in aumento e segno positivo anche per le elettriche. Bruno Mattucci, a riguardo, ha precisato: “Abbiamo raggiunto una quota di mercato del 3,7%, un dato mai ottenuto prima – le parole dell’Amministratore Delegato di Nissan Italia – Abbiamo registrato numeri in crescita per le consegne di autovetture. Abbiamo conseguito un risultato eccellente nel mondo dei veicoli elettrici che ancora non esprimono volumi importanti ma danno un segno della tendenza per la mobilità del futuro. Insomma, il 2015 è stato un anno da record assoluto. Un primato costruito sull’impegno e sulla dedizione degli uomini e della rete di vendita di Nissan Italia, capaci di sfruttare al meglio l’affermazione dei crossover. Il mercato si sta muovendo in quella direzione e noi con Qashqai, X-Trail e Juke riusciamo a soddisfare le esigenze dei consumatori”.

Il 2016 sarà un anno dalle grandi aspettative di crescita per Nissan: “Con un mercato previsto in crescita, nel 2016 intorno a 1,8 milioni di veicoli – chiarisce Mattucci -, vogliamo consolidare il risultato appena ottenuto e confermare la nostra quota di mercato. Questo, di conseguenza, significa crescere ancora nei volumi. Continueremo a puntare sui crossover e a promuovere la mobilità elettrica, che riteniamo sia l’unica alternativa possibile e sostenibile oggi alla mobilità tradizionale”.

Il 2016 sarà anche il viatico ideale per l’inizio della “road map” della Casa giapponese verso la guida autonoma: “L’obiettivo di Nissan è arrivare a immettere sul mercato nel 2020 un veicolo a guida totalmente autonoma – prosegue ancora Mattucci – Questo target verrà raggiunto attraverso tre fasi. Quest’anno introdurremo dei dispositivi che in condizioni di traffico consentono al mezzo di mantenere automaticamente sia la traiettoria sia la posizione relativa rispetto agli altri veicoli. Il secondo ‘step’, previsto per il 2018, prevede l’introduzione di funzioni in grado di gestire anche le manovre di sorpasso, sempre in condizioni di traffico impegnativo. Infine, appunto, nel 2020 proporremo l’auto completamente autonoma”.