Da una partita alla PlayStation sulla poltrona di casa al volante di una Nissan GT-R LM Nismo. E’ la sorpresa riservata ai vincitori della Nissan GT Academy 2008 e 2011 che si preparano al confronto con i migliori piloti del mondo alla 24 ore di Le Mans. Al Motor Show di Chicago, Nissan ha infatti annunciato che il campione della serie GP3 Jann Mardenborough sarà uno dei nuovi piloti nella classe LM P1. L’altro pilota sarà lo spagnolo Lucas Ordóñez, ex vincitore della Nissan GT Academy, siederà al volante della Nissan GT-R LM Nismo.

Nissan GT Academy, dall’anno sabbatico al Mondiale Endurance

Storia curiosa quella di Mardenborough, 23 anni, che tre anni fa aveva interrotto gli studi per un anno sabbatico in attesa di capire quale corso dare alla propria vita. Passava il tempo ad ammirare Lewis Hamilton che sfrecciava su un bolide di F1, e a giocare con la PlayStation. Poi è entrato nella Nissan GT Academy, la pionieristica iniziativa che ha trasportato i piloti virtuali alla realtà delle piste, e la sua vita è cambiata andando a realizzare una delle sue più grandi passioni. Quest’anno gareggerà nel Mondiale Endurance con Nissan: “Voglio dimostrare che esiste un altro modo per conquistare gli onori sportivi che non anni e anni di dispendioso go kart…vincendo a Le Mans - ha dichiarato Mardenborough -. Sono onorato che Nissan mi abbia scelto per competere nella categoria LM P1. Ho corso due volte a Le Mans in LM P2 e ho visto da vicino le auto LM P1 in pista. La GT-R LM Nismo ha tutte le carte in regola per entrare nella storia e io sarò al volante!”. 

Nissan GT Academy, dall’anno sabbatico al Mondiale Endurance

Ordóñez è stato il primo vincitore della Nissan GT Academy nonchè il primo campione a correre a Le Mans, dove ha catalizzato l’attenzione dei media conquistando il podio. Nessuno più di Lucas è quindi adatto a guidare la Nissan GT-R LM Nismo. Lo spagnolo affiancherà il pilota Nissan Super GT Tsugio Matsuda nella gara in programma il prossimo giugno sullo storico tracciato francese. Ma prima di Le Mans, affronterà la massima categoria del Super GT, dove correrà a bordo della Nissan GT-R Nismo GT500: “Quando mi hanno chiamato per dirmi che avrei guidato la GT-R LM Nismo e la GT-R Nismo GT500, è stato come vincere la Nissan GT Academy una seconda volta - ha raccontato Ordóñez. - Lo scorso anno è stato incredibile, ho corso in Giappone e ho conosciuto a fondo la cultura automobilistica che hanno in quel Paese e che è davvero unica. Ora corro in prima categoria in Giappone e a Le Mans salirò niente meno che sulla GT-R! Sembrerà una frase fatta, ma la Nissan GT Academy trasforma i sogni in realtà, dando alle persone la possibilità di fare il lavoro che hanno sempre desiderato”.

Nissan GT Academy, dall’anno sabbatico al Mondiale Endurance

Accanto a Mardenborough e Ordóñez, ci sarà un pilota Nismo di lunga data, Michael Krumm, il primo a guidare la Nissan GT-R LM Nismo. Una squadra, dunque, composta da un mix di gioventù ed esperienza, che si rivelerà prezioso per Nissan nelle gare di LM P1. “Jann e Lucas hanno ampiamente dimostrato le proprie abilità di piloti: basti pensare al meritatissimo podio alla 24 ore di Le Mans - ha detto Darren Cox, responsabile globale di marchio, vendite e marketing di Nismo -. Non è un successo improvvisato, ma il frutto di anni di impegno e di lavoro da parte di Jann, Lucas e del team Nissan Nismo, che hanno formato i campioni della Nissan GT Academy. La storia di questi ragazzi dimostra che se vuoi davvero qualcosa, e sei pronto a dare il massimo per averla, ce la puoi fare. La stessa filosofia è alla base del nostro programma di LM P1. Piloti come Krumm apportano un bagaglio di conoscenze imprescindibile in questo contesto”.