All’Olimpico le scintille si vedranno domenica, quando Roma e Lazio si affronteranno nel derby, ma delle scariche elettriche si sono già viste oggi a Trigoria. Si tratta di scariche positive, quelle della mobilità a zero emissioni dei veicoli Nissan che ha siglato con l’AS Roma una importante partnership per allargare al grande pubblico tutti i vantaggi delle auto a energia elettrica.

Oggi infatti l’AD di Nissan Italia Bruno Mattucci e quello della squadra capitolina Umberto Gandini hanno siglato un accordo che vedrà impegnata la squadra di Spalletti a promuovere la mobilità elettrica. Ben 35 veicoli saranno a disposizione dei giallorossi, tra questi ovviamente delle Leaf, vero fiore all’occhiello del parco elettrico della casa nipponica, ma anche dei furgoni e-NV 200. L’obiettivo dichiarato della campagna è allargare il messaggio della mobilità a zero emissioni anche al grande pubblico che segue il calcio, uscendo dalle nicchie di appassionati che già conoscono bene i vantaggi economici e ambientali delle auto elettriche.

Bruno Mattucci, Amministratore Delegato di Nissan Italia ha dichiarato:

“Siamo lieti di collaborare con AS Roma perché questa partnership si lega al nostro coinvolgimento nel mondo dello sport e alla sostenibilità a zero emissioni. Siamo leader nella mobilità elettrica e da anni siamo sul fronte per la lotta al cambiamento climatico: creare una società con minori impatti ambientali è una sfida che possiamo vincere insieme a un grande player come AS Roma, diffondendo i vantaggi e i benefici della mobilità a zero emissioni anche in termini sociali ed economici”.

Alla sigla dell’accordo, suggellato dalla consegna della maglia numero 1 all’AD di Nissan Bruno Mattucci da parte di Umberto Gandini, erano presenti anche il tecnico della AS Roma Luciano Spalletti e il centrocampita Kevin Strootman che hanno espresso la propria soddisfazione per l’accordo raggiunto e sono stati i primi componenti della squadra a provare la facilità di guida della Nissan Leaf e la silenziosità della vettura sul prato di Trigoria.

spalletti_nissan_leaf

Basterà l’accordo per incentivare finalmente le persone ad una svolta full electric per la mobilità urbana di Roma? Mattucci è convinto che veicolare un messaggio attraverso un canale importante come la squadra di calcio più amata della capitale sia certamente importante, ma certamente non basterà. Le auto elettriche hanno bisogno di un’adeguata infrastruttura di ricarica, che ancora manca nella Capitale. L’accordo tuttavia potrebbe innescare un circolo virtuoso per dare finalmente una svolta elettrica anche a Roma, facendole colmare il gap che la separa dalle grandi capitali europee dove l’elettrico è già una realtà diffusa.