La 24 Ore di Le Mans è sicuramente la gara di resistenza più famosa del globo e palcoscenico ideale per le Case per testare alcune soluzioni motoristiche da lanciare poi sul mercato. La prossima edizione non farà certo eccezione e vedrà il debutto della Audi R18 e-tron quattro Hybrid, particolarissima concept della Casa giapponese, molto simile alla BatMobile dei film di Tim Burton.
La DeltaWing è stata presentata poco tempo fa a Londra ed ha affascinato talmente tanto i membri dell’ACO (Automobile Club de l’Ouest, l’ente che organizza la 24 Ore di Le Mans) da convincerli a farla scendere in pista il prossimo 16 giugno, ma non gareggerà direttamente contro Audi R18 e-tron quattro Hybrid & co. Il prototipo Nissan infatti correrà fuori classifica, avrà il numero “0” sulla carrozzeria e partirà dai box.

A spingere la strana monoposto giapponese ci pensa un piccolo 4 cilindri di appena 1,6 litri, capace però di sprigionare la bellezza di 300 CV e 312 Nm di coppia. Nulla di che se paragonato a quanto prodotto dal propulsore della vettura della Casa di Ingolstadt, ma se si pensa che il peso totale della DeltaWing è di appena 475 kg si ottiene un rapporto peso/potenza da far impallidire molti. Inoltre grazie al serbatoio di 40 litri la percorrenza massima dovrebbe essere di circa 11/12 giri, esattamente come i prototipi della classe LMP1. I dati ufficiali circa le prestazioni non li conosciamo, ma i ben informati parlano di 320 km/h di velocità massima.

Molto particolari sono anche le forme della Nissan DeltaWing: la parte anteriore misura appena 60 cm di larghezza, mentre il posteriore è largo 1,7 metri. Quasi un dragster. La lunghezza è invece di 4,65 metri con un passo di 2,9.
Nel video che vi proponiamo la prossima protagonista della 24 Ore di Le Mans viene sottoposta ad alcuni test in galleria del vento per verificarne l’efficienza aerodinamica.