Nio EP9 è la nuova una hypercar elettrica della NextEV, azienda cinese finanziata da Tencent che grazie alla divisione sportiva vanta già un titolo nel Mondiale Formula E. Nella presentazione a Londra, NetxEV ha lanciato il nuovo brand Nio che si occuperò della costruzione di auto elettriche a zero emissioni e il primo esemplare sarà proprio la Nio EP9, bi-posto già incoronata come “l’auto elettrica più veloce del mondo”. In effetti, motori, potenza e coppia sono dalla sua parte visto che i quattro propulsori elettrici ad alte prestazioni erogano una potenza totale di un MegaWatt, equivalente a qualcosa come 1.360 cavalli e 1.480 Nm di coppia.

Nonostante il peso di 1.735 kg, 364 dei quali sono composti da componenti in fibra di carbonio, l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 2,7 secondi (da 0 a 200 km/h in 7,1 secondi), mentre la velocità massima è di 313 km/h. Non a caso può già contare sul nuovo record di un’auto elettrica fatto segnare al Nürburgring: lo scorso ottobre ha fermato il cronometro sul 7’05″120, solo sei secondi in più rispetto alla Lamborghini Aventador SV e di tre secondi più rapida della Nissan GT-R Nismo.

I quattro motori elettrici sono stati sviluppati in collaborazione con la squadra di Formula E e sono piazzati a ridosso di singola ruota in modo da assicurare una trazione integrale. Grazie all’esperienza nel campionato delle monoposto elettriche, l’aerodinamica è notevole: presenta uno splitter anteriore regolabile e un alettone posteriore a scomparsa, che contribuiscono a un’accelerazione laterale di 2.53 g a 230 km/h e longitudinale di 3.30 g durante la frenata. Dando un’occhiata alla scheda tecnica spicca il dato della deportanza, 24.019 Newton (2.440 kg) a 240 km/h, cioè “il doppio rispetto a una monoposto di Formula 1″ fa sapere l’azienda.

La Nio EP9 sè equpaggiata con due batterie agli ioni di litio di cui non si conoscono i dettagli se non che sono raffreddate ad acqua e posizionate nella parte laterale in modo da agevolare la sostituzione rapida. L’autonomia dichiarata è di 426 km mentre la ricarica veloce avviene in soli 45 minuti. All’interno domina una plancia hi-tech con tre schermi, compatibili con la tecnologia di guida autonoma che potrebbe essere implementata in breve tempo.

Nio EP9, qui foto e caratteristiche, sarà prodotta in solo sei esemplari senza specificarne il prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno al milione di dollari ma la NextEV punta a sfruttare le tecnologie presente su questa vettura per una produzione in serie di auto elettriche destinata al mercato di massa: l’accordo con l’azienda cinese Jianghuai Automobile potrebbe essere letto come un primo segnale verso questa direzione.